[30.04.2021] ForumViaggiatori.com CHIUDE !
----------------------------------------------------------------------
Non ci sono parole se non per ringraziare tutti voi di tutto l'affetto dimostrato dal 2006 ad oggi.
A fine mese ForumViaggiatori.com chiuderà ma vi augura di tornare a viaggiare in ogni angolo del mondo.

 


GRAZIE

 

Coperto il 0% delle SPESE mensili SERVER275
 
-
 

               

Generico

  Italia   Europa   Nord
America
  Centro
America
  Sud America
Antartide
  Asia   Africa   Oceania  

LINK

 

LINK

SCONTI &
Convenzioni
  FiveSenses
ANTIGUA
Caraibi
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE


Grazie Grazie:  1
Mi Piace Mi Piace:  40
+ Login o Registrati per inviare un messaggio
Pagina 4 di 4 PrimaPrima 1234
Risultati da 46 a 59 di 59
  1. #1
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,072

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito In Patagonia verso la fin del mundo

    Finita la Mongolia, tocca al diario del viaggio successivo.
    Sempre roba vecchia eh! Stiamo parlando di novembre 2016, sono rimasto molto indietro.
    Però, piano, piano…

    È stata la prima volta che mi è capitato di ripartire quando non era passato neanche un mese dalla fine del viaggio precedente.
    Certo una bella sensazione, però ricordo di essermi ritrovato a pensare che un paio di settimane in più in mezzo non ci sarebbero state male.
    Questo anche perché sono tornato dal viaggio in Mongolia con un forte dolore ad un orecchio e l’otorino mi ha diagnosticato un’otite acuta con rischio di perforazione del timpano.
    Inutile dire che il poco tempo a disposizione per guarire prima di riprendere un volo, con i conseguenti rischi, mi ha dato una certa preoccupazione. Ma fortunatamente, con aerosol e antibiotici, ce l’ho fatta appena in tempo.
    D’altra parte la preparazione del viaggio in Argentina era cominciata quasi un anno prima, era stato il viaggio in Mongolia a sbucare fuori all’improvviso per festeggiare la mia andata in pensione che, fino a pochi mesi prima, non era prevista!

    Dunque, un altro diario sull’Argentina.
    Qui su FV ce ne sono tanti, compresi quelli a cui mi sono ispirato nella fase di preparazione, quindi sarà un diario di non molte parole e molte foto!
    Comunque qualche piccola differenza rispetto ad altri programmi c’è stata e magari potrà essere d’ispirazione per altri viaggi.

    Partenza il quattro novembre 2016, il volo, acquistato a gennaio ad un prezzo tutto sommato buono, è con Alitalia. Quindi volo diretto (e lungo) da Roma a Buenos Aires.
    All'arrivo all'aeroporto di Buenos Aires, seguendo alcuni consigli che avevo trovato in rete, cerchiamo subito di cambiare un buon quantitativo di euro per avere a disposizione contante a sufficienza visto che pochi ristoranti accettano (o almeno accettavano all'epoca) le carte di credito.
    Ci mettiamo in fila allo sportello del Banco de la Nacion Argentina che si trova a Ezeiza al terminal A, subito dopo l'uscita dal controllo doganale e ne usciamo con due pacchi di pesos legati con l’elastico.
    Sbrigata questa incombenza, necessaria perché siamo arrivati di sabato e per due giorni le banche sono chiuse, ci dirigiamo in cerca di un taxi che ci porti all’hotel che abbiamo prenotato.
    E qui siamo, purtroppo incappati in una disavventura (chiamiamola così) che mi ha lasciato con l’amaro in bocca per un paio di giorni. Ho già descritto l’accaduto a suo tempo, al ritorno dal viaggio però, dato che può essere utile saperlo a chi andrà in futuro, la riporto nuovamente con le stesse parole dell’altra volta.
    Avevo letto da varie parti di affidarsi solo a taxi ufficiali o i remis e evitare accuratamente i taxi non ufficiali.
    Dunque, una volta cambiati gli euro in pesos argentini, siamo usciti dall'aeroporto.
    Ho detto di no ad un ragazzo che mi chiedeva se ci servisse un taxi e mi sono diretto a un chiosco di taxi ufficiali.

    Qui mi hanno chiesto quanti fossimo e ci hanno affidato...al ragazzo che prima avevo evitato! Lui ci ha portato verso la fila dei taxi ufficiali e ci ha a sua volta affidato ad uno degli autisti.
    Questo autista era molto giovane e piuttosto simpatico, ci ha fatto qualche domanda sulla nostra provenienza, ci ha parlato del tempo, ci ha anche detto che il giorno dopo ci sarebbe stata la partita Boca Juniors contro River Plate (se ho capito bene). Insomma un tipo tranquillo.
    Ad un certo punto abbiamo lasciato l'autopista prendendo uno svincolo in direzione centro. Una volta giù dallo svincolo però la macchina si è fermata!
    Il tassista ha provato a farla ripartire senza successo e dopo un po' ci ha detto che andava a vedere se trovava lì vicino qualcuno che avesse i cavi per la batteria.
    Ricordo di aver pensato "se fosse un taxi non ufficiale ci sarebbe da preoccuparsi”. Invece ero solo seccato per il contrattempo, comunque ho tirato giù la sicura dello sportello e ho detto ad Alda di fare altrettanto.
    Il tassista è tornato senza cavi e ha detto che non ci restava che cambiare taxi. Ci siamo guardati intorno e mi sembra di averne visti due abbastanza vicini. Lui si è diretto verso un taxi (anche questo con i colori e le scritte dei taxi ufficiali sulle fiancate) che sembrava fermo ad un incrocio in attesa di ripartire. Gli ha detto qualcosa e poi è tornato da noi dicendoci che potevamo prendere quel taxi.
    Mentre spostavamo le valigie sul secondo taxi, ho chiesto al primo tassista quanto gli dovevamo. Lui ha guardato il tassametro e ha detto 410 pesos.
    Poi però le cose hanno preso una diversa velocità: il secondo tassista ci ha detto di salire in fretta perché lì eravamo più o meno in mezzo a un incrocio e non poteva fermarsi. Si sarebbe spostato un po' più in là...
    E così siamo partiti senza dare niente al primo tassista e ci siamo fermati ma parecchio più in là (in effetti però mi sembra che prima non ci fosse modo di fermarsi).
    Mentre io mi preoccupavo di come avrebbe fatto il primo tassista a raggiungerci a piedi e a farsi pagare, il secondo tassista ci ha chiesto come lo avremmo pagato.
    Al che noi gli abbiamo risposto in pesos. "Si ma di che taglio" ha chiesto nuovamente lui.
    Avevamo praticamente solo banconote da 100 e qualcuna da 5 e glielo abbiamo detto.
    A questo punto ha cominciato a dire che voleva un taglio più piccolo perché lui era un taxi ufficiale però, a quanto ho capito non era in servizio e stava andando al mercato.
    Ho immaginato che, per evitare l'evasione fiscale o il riciclaggio ci fosse una specie di controllo sui contanti.
    Però certo 100 pesos sono pochi (a dire il vero secondo Wikipedia 100 è il taglio più alto anche se a giugno scorso sarebbe dovuta uscire una banconota da 500 e a gennaio ne uscirà una da 1000)!
    Ad ogni modo ho chiesto ad Alda di guardare quante banconote da 50 avesse ma ne aveva solo una.
    Allora ho preso il mio portafogli. Fortunatamente avevo preferito che ognuno di noi cambiasse gli euro ma sfortunatamente non avevo avuto il tempo di separare una parte più piccola di banconote dal grosso del "malloppo".

    Mentre tiravo fuori il pacco di pesos (erano legati con un elastico) il tassista che era seduto davanti ad Alda si è girato e me li ha presi per controllarli lui.
    Alle mie proteste ha detto "di che ti preoccupi, li guardo solo, li tengo qui davanti a te".
    Effettivamente li ha fatti scorrere velocemente sotto i miei occhi poi me li ha ridati, poi li ha ripresi nuovamente li ha fatti nuovamente scorrere e nuovamente me li ha ridati.
    Allora ha ricominciato a dire che voleva tagli piccoli, ci ha chiesto se avevamo dollari e ci ha proposto di portarci a cambiare dollari in pesos dai tagli piccoli.
    A questo punto noi gli abbiamo detto che non avremmo cambiato niente, perché il cambio lo avevamo già fatto e non capivamo perché non potessimo pagarlo con le banconote da 100.
    Allora ha detto che lui non poteva portarci e che dovevamo prendere un altro taxi!
    Mentre scendevamo è arrivato, tutto trafelato, il primo tassista.

    Io ero occupato a controllare che il secondo tassista scaricasse le valigie e lo zaino di Alda e non mi sono reso conto da dove fosse comparso un terzo taxi ufficiale.
    Passava di lì ed é stato fermato dal secondo tassista? Era già lì? È arrivato insieme al primo tassista?
    Non lo so, però la sua comparsa mi ha dato un certo sollievo.
    La cosa è proseguita con il primo tassista che voleva i 410 pesos, il secondo tassista che diceva di non dargli niente perché il suo taxi si era rotto, e il terzo tassista che intanto caricava le nostre valigie!
    Alla fine siamo saliti e il terzo tassista è partito, Alda aveva capito che avremmo dovuto dare a lui anche i 410 euro del primo tassista, però alla fine ci ha chiesto solo 200 pesos per portarci al nostro hotel!
    Dato che era troppo presto per fare il check-in e avere la stanza, abbiamo lasciato le valigie in deposito e ce ne siamo andati in giro.

    È stato solo nel primo pomeriggio che, dopo esserci sistemati nella stanza, ho deciso di procedere alla separazione delle banconote per non tirar fuori ogni volta tutto il pacco ed ho avuto la triste sorpresa: buona parte delle banconote da 100 pesos era stata sostituita da banconote da 5 pesos!!!
    Il tutto senza toglierle dall'elastico e sotto i miei occhi! Come diavolo ha fatto!
    Se non fosse che ci ho rimesso io, resterei ammirato per le doti da prestigiatore di quel maledetto secondo tassista!

    A mia scusante posso dire che venivamo da un viaggio di quasi 14 ore, senza aver dormito poi tanto, con l'aggiunta di una lunga fila per il controllo passaporti e di un'altra fila per il cambio della valuta, che mi sentivo abbastanza sicuro avendo preso un taxi ufficiale e che i soldi sono sempre rimasti a poca distanza dai miei. Però...........
    Mi è rimasto un dubbio che temo non mi si chiarirà mai. L'imbroglione era solo il secondo tassista o anche il primo era d'accordo con lui? E il terzo tassista c'entrava qualcosa?
    Forse è stato il gioco delle tre carte in variante argentina! Boh!“

    Dunque, lasciate le valigie in hotel e ancora ignari del furto, ce ne siamo andati un po’ in giro verso la Farmacia Estrella che risale al 1834 e la Libreria Avila ancora più antica visto che è datata 1785. Il tempo è buono e fa abbastanza caldo.


    Allegato 101727

    Allegato 101728


    Allegato 101736

    Allegato 101737

    Nei pressi della Farmacia Estrella siamo stati schizzati/sporcati entrambi con un liquido non ben identificabile.
    La cosa strana è che però non ho capito chi ci abbia sporcato e da dove. E poi non ho visto nessuno che cercasse di derubarci dato che nessuno si è avvicinato a noi.
    C'è stato solo un uomo che, visto che noi cercavamo di pulirci, ci ha offerto dei fazzolettini di carta. Tutto però da molto lontano, che fosse un borseggiatore timido?
    Insomma una bella accoglienza, non c’è che dire!!!

    Prima di cena abbiamo fatto un giretto nel quartiere di San Telmo: carino.


    Allegato 101730

    Allegato 101731

    Allegato 101732

    Allegato 101729

    Infine siamo andati nella zona di Puerto Madero

    Allegato 101734

    Allegato 101733

    Allegato 101738

    Allegato 101726

    Allegato 101735

    Prima impressione di Buenos Aires: piacevole ma nulla di entusiasmante.
    Dopo una buona cena, a letto presto perché la mattina alle 4,20 abbiamo un taxi per l’aeroporto.
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  2. #2
    L'avatar di laross
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    In Patagonia verso la fin del mundo
    Post
    1,553

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito



    ATTENZIONE
    ----------------------

    Ci sono 58 risposte da leggere.

    Registrati oppure effettua la Login per leggere tutto - E' gratis, scegli come fare qui sotto !


    REGISTRATI:



    HAI GIA' UN ACCOUNT ?



    Ci saranno sempre dei sassi sul tuo cammino...dipende da te se farne dei muri o dei ponti. Sorridi alla vita.




Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Privacy

ForumViaggiatori.com
di Claudio Bonà

Seguici su: