Ciao a tutti, come promesso lo scorso anno eccovi alcune mie considerazioni su Bariloche (visitato a novembre per qualche giorno).
Bariloche è la piccola Svizzera argentina, molto simile all’Europa e diversa dal resto dell’Argentina: nessuna pampa, niente tango, molti laghi e capitale argentina del cioccolato, stazione di sci in inverno ed architettura europea, foreste di abeti, laghi.

La cittadina graziosa, i suoi dintorni permettono belle escursioni:

- Cerro Campanario: con l’auto fino alla base del Monte Campanario. Da li si può salire con una teleferica o a piedi fino a 1’050 metri. In altitudine si possono visitare i laghi Nahuel Huapi e Perito Moreno, la laguna El Trébol, le penisole San Pedro e Llao Llao, l’isola Vittoria come pure i monti Otto, López, Goye, Bellavista, Catedral e Capilla.
- Il Cerro Tronador e le cascate Los Alerces. Ca 2 ore di strada per raggiungere il punto di partenza della salita del Cerro Tronador (90 km da Bariloche). Il trekking dura 2/3 giorni. Vista magnifica sulla cordigliera delle Ande
- Trekking fino al rifugio Frey: il trekking per eccellenza della regione dei 7 laghi. Il rifugio è situato sulle rive della laguna Toncek, lago cristallino a 1700 metri d’âltitudine. Molti percorsi conducono al rifugio
- Il Cerro Otto: bella cima, anche se la vista è meno impressionante di quella del Cerro Campanario
- Passeggiate lungo il lago Huapi