A Bardonecchia, sulle Montagne Olimpiche, dal 18 luglio al primo agosto si svolge l’estate musicale. E’ un’iniziativa piacevole: molti concerti sono gratuiti ed hanno luogo in chiese e cappelle, nell’auditorium del Palazzo delle Feste ed all’aperto nella piazzetta il Portico situata al centro della via Medail, l’arteria principale.
La manifestazione culmina, l’ultima domenica di luglio, con il Concerto in Altura al Pian del Sole (1550 mt) che quest’anno comprendeva una fantasia di brani famosissimi: dall’ouverture del Nabucco a quella della Gazza Ladra di Rossini, nell’esecuzione della Balkan Symphny Orchestra.
L’afflusso di pubblico in seggiovia, in macchina ed a piedi, è stato veramente notevole, favorito dalla bella giornata. Alle 11,30 il concerto è iniziato e il grande prato di fronte al palco era letteralmente gremito di persone, che prendevano il sole ed ascoltavano la buona musica, godendosi lo spettacolo delle montagne.
Alla fine uno scroscio di applausi, il saluto degli organizzatori (il Cus Torino) e di Livio Berruti, testimonial ed assiduo frequentatore della manifestazione, giunta alla sua 11a edizione, poi polenta e salsiccia per tutti a 10 euro.

Qualche parola per far conoscere questa splendida località raggiungibile comodamente in autostrada ed in treno e situata all’imboccatura del traforo automobilistico e ferroviario del Frejus (si può ammirare l’ingresso monumentale della galleria inaugurata nel 1871).

Tutte le informazioni si trovano sui siti http://www.bardonecchiaski.com, http://www.comune.bardonecchia.to.it, e http://www.montagnedoc.it.

Agli amanti dell’arte è sicuramente da consigliare la visita alla chiesa parrocchiale di Sant’Ippolito nel Borgo Vecchio, con il suo bellissimo coro della metà del 1400 proveniente dall’Abazia della Novalesa, e le cappelle delle frazioni di Les Arnaud e Rochemolles.

Interessante è anche il Palazzo delle Feste (piazza Valle Stretta, 1) in stile liberty. E’ dotato di un auditorium dove hanno luogo convegni, manifestazioni e spettacoli, e, al piano superiore in un’ampia area espositiva, si svolgono interessanti mostre. L’edificio è stato restaurato e riaperto al pubblico nel 1997, quello che si può ammirare è solo una piccola parte del progetto originario, mai realizzato, destinato a diventare un grande albergo di inizio ‘900.

La via Medail è la via del passeggio lungo la quale si trovano bei negozi, ristoranti, bar, supermercati e anche il cinema Sabrina, che ogni sera presenta un film diverso.
Ai buongustai segnalo il banco gastronomia del supermercato Crai di via Medail, 27, che offre piatti ottimi e sempre freschissimi ed una cospicua scelta di formaggi di alpeggio italiani e francesi, infine, al n. 85, nella Bottega d’Arte Bluewej si possono acquistare oggetti in legno scolpiti a mano dal proprietario, il quale crea sul suo bancone all’interno del negozio.


Sicuramente interessante per chi ha bambini in età scolare l’Anja’s Atelier (Via Des Geneys,10), gestito da una simpatica signora, capelli rosso tiziano ed occhi azzurrissimi, che tiene corsi di pittura su legno, carta e stoffa destinati ai più piccoli.

Per quanto riguarda la ristorazione il “Il Laghetto” (via Mallen, 2- bar-ristorante-pizzeria) ha un ottimo rapporto qualità/prezzo ed è situato in posizione strategica vicino alla piscina, al parco giochi ed agli impianti di risalita che portano al Bike Park ed all’Adventure Park.

L’Hotel “La Genzianella”, situato a pochi passi dalla chiesa parrocchiale di S.Ippolito, è un valido indirizzo per un soggiorno confortevole, il suo ristorante con cucina casalinga è aperto anche agli esterni.

Il soggiorno a Bardonecchia in estate è quindi molto piacevole e rilassante, cosente il contatto con la natura ed è ricco di stimoli culturali, mi sento di consigliarlo in modo particolare alle famiglie con bambini , agli anziani ed a chiunque cerchi una vacanza tranquilla.