Nome utente o mail:

Hai già un account ?


Dimenticato password ?
clicca QUI
  • ACCEDI a FV    o     REGISTRATI

    ForumViaggiatori

    NOVITA' Assicurazione Viaggio AXA ASSISTANCE - SCONTO 10% solo per gli utenti FV - Codice Promo = FV10

     

    Che Tempo fa ?   dove andare nel mese di ...

     

    Coperto il 18% delle SPESE mensili SERVER275
     
    -
     

    Generico

      Italia   Europa   Nord
    America
      Centro
    America
      Sud America
    Antartide
      Asia   Africa   Oceania  

    VISTO ESTA PER GLI STATI UNITI:     https://www.esta-usa-visto.it     PER CHI PRETENDE UN SERVIZIO CON SUPPORTO IN ITALIANO

     

    LINK

    SCONTI &
    Convenzioni

      SCONTO 10%
    TravelParking
    MALPENSA
      SCONTO 10%
    TravelParking
    ORIO (BG)
      FiveSenses
    ANTIGUA
    Caraibi
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE


    Grazie Grazie:  0
    Mi Piace Mi Piace:  6
    1. #1
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta


      Bosnia ed Erzegovina 2018,
      un'altra piacevole scoperta





      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-bosnia.jpg




      Periodo: 13 - 19 agosto 2018


      Perchè la Bosnia

      L'idea non è nuova, e la scelta è soprattutto dovuta alla curiosità di conoscere Paesi vicini che spesso sottovaliutiamo, soprattutto perchè non molto pubblicizzati o per informazioni poco corrette per la sicurezza e per la possibilità di muoversi da soli.. o magari proprio perchè sono troppo facili da raggiungere.

      E così, vista l'esperienza del 2016 in Slovacchia, e considerato anche un limite di giorni a disposizione, ecco venir fuori questa idea che, dopo il forzato rinvio del 2017, torna ad essere la meta dell'estate 2018.
      Ci troviamo quindi a riprogrammare questo giro che, in parte, avevamo già studiato.

      Inevitabilmente, con i giorni a disposizione, abbiamo costruito un itinerario escludendo alcune zone un po’ più decentrate che non solo avrebbero richiesto almeno 3-4 giorni in più ma anche con l’incognita su quanto realmente potessero interessarci alcuni luoghi, soprattutto nella zona più a sud-est.

      Scarse informazioni su esperienze direttamente vissute, soprattutto nei luoghi meno conosciuti che poi rappresentano la maggior parte del Paese visto che la maggior parte di viaggi e tour è spesso indirizzata verso Sarajevo e Mostar (compresi i pellegrinaggi a Medjugorje).
      Anche su alcuni blog e forum, molte delle località che abbiamo poi inserito nel giro non hanno avuto feedback a livello informativo.. per alcuni posti andremo praticamente al buio.. ma anche questo è il bello di un giro che abbiamo rinominato "leave & drive".

      E, vista l'idea di fare anche alcuni trail, e non solo nei parchi, l’importante è non imbattersi in campi minati visto che ci sono alcune zone in cui, dopo la guerra che ha devastato il Paese negli anni '90, non è da esludere la presenza di zone non ancora bonificate e quindi con il rischio che ci possano essere ancora delle mine inesplose... min realtà il problema si risolve non inoltrandosi furoi dai sentieri.

      Siamo davvero curiosi di cosa troveremo in questo Paese e, tutto sommato, non dovrebbe essere un viaggio difficile.
      Le informazioni che nel frattempo prendiamo su comunicazioni, logistica ma soprattutto sulla condizione delle strade, però, sembrano un pò controverse e ci fanno restare molto cauti sulle distanze giornaliere da percorrere.

      Ci limitiamo a prenotare le varie accomodation con l’idea che, in alcune giornate, valuteremo sul momento cosa fare e vedere.

      Motivi diversi ci portano comunque a non poter sfruttare un weekend in più e partire di lunedì.. ma forse meglio così, soprattutto per il rischio traffico.

      Il primo giorno è di puro trasferimento verso Bihac, punto di partenza per il giro nel parco UNA del giorno dopo.
      Lungo la strada, però, escludendo chiaramente deviazioni nel tratto di strada sloveno e croato, abbiamo visto che ci sarebbero un paio di località dove potersi fermare.
      Ma valuteremo il tutto quando saremo nei dintorni perchè l’obiettivo è raggiungere Bihac prima delle 16,30, cioè prima che il visitor center del parco chiuda visto che avremmo alcune informazioni da chiedere soprattutto sulla possibilità di eventuali trail all’interno, sul modo migliore di visitare il parco e magari il punto ideale da cui entrare, considerato che ci sono ben 6 ingressi.

      Il giro, dovrebbe quindi delinearsi come un loop che alla fine dovrebbe farci rientrare in Croazia dove, in origine, pensavamo di trascorrere almeno un paio di giorni…ma possiamo anticipare già che non sarà così!!


      E allora, partiamo!!!
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    2. #2
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Itinerario Bosnia-Erzegovina


      L’itinerario


      Premetto che il viaggio programmato in realtà era diverso. Un imprevisto ci ha però costretto ad anticipare il rientro e quindi, dopo aver disdetto al volo tutte le prenotazioni che avevamo, a lasciare il viaggio a metà.

      L’idea in origine era infatti quella che avevamo scritto a grandi linee nel topic della sezione itinerari e che ci avrebbe portato poi ad uscire dalla Bosnia in prossimità di Gradiska per raggiungere e fermarci a Lonjsko Polje in Croazia, prima di proseguire verso la zona a sud di Zagabria e tornare poi a Bologna.

      L’itinerario, più o meno, sarebbe stato così:

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-itinerario.jpg






      In realtà, abbiamo dovuto tralasciare la visita e quindi i giorni a Sarajevo, dove alla fine abbiamo trascorso una serata, e tutta la parte del giro tornando verso nord con Jayce e Pliva lake, Banja Luka, il Parco Kozara, nonché la tappa a Cigoc e la parte sotto Zagabria.

      E ci è dispiaciuto molto perchè, anche se in pochi giorni, abbiamo capito che questo Paese merita di essere visitato.

      Alla fine l’itinerario effettivo (senza inserire nella mappa il tratto da/per Bologna) è stato questo:

      1) Bologna – Velika Kladusa – Cazin – Bihac

      2) Bihac – UNA Park – (Kulen Vakuf – Martin Brod) - Drvar

      3) Drvar – Livno – Tomislavgrad – Ljubuski – Kravice Falls - Mostar

      4) Mostar – Medjugorje – Pocitely – Stolac – Blagay – Mostar

      5) Mostar – Jablanica – Konjic

      6) Konjic – Umoljani – Lukomir – Sarajevo

      7) Sarajevo - Bologna


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-giro.jpg





      PS. Giorno per giorno conto di inserire l'itinerario più preciso e qualche informazione che magari possa rivelarsi utile.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    3. #3
      L'avatar di laross
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta
      Post
      1,390

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      sicuramente si tratta di una meta non battutissima e quindi sarà ben accetta ogni vostra esperienza per poterla conoscere meglio e magari apprezzarla
      Ci saranno sempre dei sassi sul tuo cammino...dipende da te se farne dei muri o dei ponti. Sorridi alla vita.




    4. #4
      L'avatar di Leyla83
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta
      Post
      732

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      Bravi! Io vi seguo perchè a giugno nel nostro tour croato faremo una puntatina anche a Mostar e Kravice
      Visita i miei... Viaggi da Fotografare!

      2014: Giordania, Istanbul, Mauritius - 2015: Usa West, Maldive - 2016: Perù, Florida, Filippine -
      2017: Giappone, Slovenia, Messico, Stoccolma, Rep. Dominicana, Tallinn, Helsinki - 2018: Lucerna, Baviera, Salisburgo, Vienna, Bratislava, Indonesia - ​2019: Cambogia, Singapore, Londra, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Polinesia Francese, Norvegia



      Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


    5. #5
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Bologna-Bihac, Velika Kladusa, Cazin, Ostrozac.


      13 agosto 2018 – Da Bologna a Bihac, i primi passi in Bosnia



      Siamo pronti!!
      E’ tutto pronto.. dobbiamo solo caricare i bagagli e partire.. avremo all’incirca 600 km, anche se con alcune deviazioni ce ne potrebbe essere qualcuno in più.
      Partendo poco prima delle 6, e con gmaps che ci da poco meno di 8 ore, dovremmo starci dentro.

      Il viaggio scorre abbastanza tranquillo per tutta la prima parte in Italia… c’è un po’ di traffico ma tutto sommato si "cammina" bene.... o almeno così sembra fino a quando, dopo aver preso la vignetta ed essere entrati in Slovenia, ci troviamo praticamente in coda sulla strada che scende poi verso Fiume.
      Lavori, e relativo semaforo per tratto alternato, ci fanno muovere a passo d’uomo per un bel po’.. ed ovviamente anche dopo, per il traffico un po’ più intenso, fino a quando non ci immettiamo sull’autostrada in direzione Zagabria.

      Siamo un po’ indecisi sulla strada.. uscire alla prima deviazione verso la Bosnia oppure raggiungere Karlovac e poi scendere.. Nel frattempo, quando già ci troviamo in Croazia, è giunto il momento di fare rifornimento e magari anche un break.. dopo oltre 4 ore di viaggio ci sta.

      La stazione di servizio è quella all’altezza di Ravna Gora (Tifon), niente male.. c’è un bel bar-ristorante, abbastanza fornito..e anche tanta gente.. ma ce la possiamo prendere con calma visto che con i tempi ci siamo abbondantemente.. almeno per ora.

      L’idea di fare qualche fermata intermedia ci porta a fare un percorso leggermente diverso da quello più diretto e così, dopo la sosta-rifornimento, e la successiva svolta nei pressi di Karlovac, eccoci alla frontiera croata di Malljevac.
      C'è qualche macchina davanti a noi ma tutto sommato ce la caviamo in pochi minuti.. documenti, carta verde per l’auto (praticamente la cosa principale da avere) e riprendiamo la marcia in direzione della prima mini-tappa.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-1img2719.jpg





      Veika Kladusa è una piccola cittadina dove si trova una vecchia fortezza e soprattutto, a Mala Kladusa, delle piscine termali che avevamo letto essere aperte al pubblico e che pensavamo di visitare se fossimo arrivati con largo anticipo.

      Il passaggio ed una breve fermata sono più che sufficienti.. la cosa che ci incuriosisce sono le tante persone che vediamo in giro ed anche qualche bus turistico.. eppure non ci sembra una località di quelle più rinomate.. oppure ci sta sfuggendo qualcosa.
      Inoltre non abbiamo visto alcuna indicazione per le piscine termali, che avrebbero dovuto trovarsi appena prima di entrare in città.. ma scopriremo dopo che in realtà Mala Kladusa sì fuori città, ma provenendo dalla direzione opposta.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-2img2721.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-3img2723.jpg





      In ogni caso, le cose che ci piacerebbe vedere oggi sono altrove e così, giusto il tempo di dare un'occhiata alla zona del centro, poco dopo riprendiamo la statale iniziando ad osservare il paesaggio e la vita di questa nazione.

      Tra le principali presenze che notiamo lungo la strada ci sono le moschee.. sono davvero tante, molto diverse e di varie dimensioni.. alcune sono veramente belle e ne approfittiamo, di tanto in tanto, per qualche breve fermata finchè non raggiungiamo Cazin, una delle nostre tappe programmate, soprattutto per il castello di Ostrozac.

      Raggiungiamo il centro città ma dopo qualche giro a vuoto, ed esserci infilati anche in una specie di zona a traffico limitato (speriam bene), vediamo le indicazioni per il castello.. “stari grad”, pensavamo fossero queste le indicazioni da seguire ed invece si tratta in realtà della città vecchia.. niente di male, adesso abbiamo qualche informazione più precisa sulle indicazioni e la lingua e nel frattempo abbiamo visto qualcosa in più da mettere nel carnet di questo viaggio che, a parte alcuni luoghi individuati, sarà molto all’insegna di scoprire cose e luoghi.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-4img2728.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-5img_2732.jpg





      Mentre usciamo dalla città ed iniziamo a scendere, ci godiamo qualche altra vista, con relative fermate, prima di raggiungere il castello che in realtà è a circa 8-9 chilometri da Cazin.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-6img2734.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-7img2738.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-8img2737.jpg





      Seguendo qualche indicazione lungo la strada raggiungiamo così il castello.
      Il parcheggio non è grande ma c’è abbastanza posto e poche auto.

      Facciamo prima un giro all’esterno seguendo una specie di trail che sembra muoversi intorno alle mura finchè non ci ritroviamo alla porta d’ingresso.. 2 BAM (marchi bosniaci), veramente un’inezia.. però ancora non abbiamo fatto alcun cambio e non sembra esserci la possibilità di pagare con carta.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-9img4927.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-10img4930.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-11img4932.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-12img4936.jpg





      Ci avviciniamo per vedere almeno com’è fatto ed una gentile ragazza ci invita ad entrare.. quando le spieghiamo che però abbiamo solo euro (banconote) lei sorride e ci fa entrare ugualmente.

      L’interno non è male, un bel giardino con le mura, le torri, ed alcune sculture in pietra sparse un po’ ovunque.. c’è poi una parte diciamo di tipo residenziale che, anche se visitabile, presenta l’interno piuttosto fatiscente e non si capisce se si tratta di work in progress oppure resterà così.

      Qualche altro minuto in giardino, ripercorrendo il tratto nei pressi delle mura, e siamo pronti a ripartire.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-13img4938.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-14img2746.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-15img4942.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-16img4940.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-17img4944.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-18img4945.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-19img4947.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-20img2754.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-21img4949.jpg




      Nel complesso l’intero giro è stato piacevole, soprattutto se pensiamo che stavamo per rinunciare.. ci resta un pò quella sensazione di aver fatto i cosiddetti portoghesi, soprattutto perchè pochi bam per noi sono invece certamente importanti per il mantenimento di queste attrazioni e magari per dare un pò di lavoro in più.

      Ripartiamo fermandoci qualche metro dopo per vedere il castello dall'esterno e per dare un'occhiata anche alla strada che faremo scendendo dapprima verso valle e poi in direzione Bihac.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-22img_2756.jpg





      La valle dell'Una è praticamente una zona in cui si trovano molte località indicate come luoghi da visitare ma anche dove trascorrere più giorni. L'Una è infatti uno dei fiumi più importanti di questo Paese e lungo il suo corso si trovano villaggi o cittadine che, in epoche passate (ma anche oggi), sono state costruite proprio per la sua presenza.

      Ed i primi giorni l'Una ci accompagnerà lungo gran parte del nostro itinerario.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    6. #6
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Bihac e Kostelski buk


      Bihac..e dintorni


      Lasciamo il castello con l’idea di raggiungere Bihac e fare un giro per la città.. nell’ultimo tratto, però, quando la strada comincia a seguire il corso del fiume, la parola “buk” accanto al nome di un hotel ristorante e uno scorcio che vediamo dalla strada ci incuriosiscono molto.. e così, vista l’ora e l’anticipo rispetto all’orario in cui, in teoria, avremmo avuto la camera, pur dopo aver raggiunto praticamente il ponte ed il centro di Bihac, decidiamo di tornare indietro e fermarci dove si trova l’hotel Kostelski buk.

      Il ristorante è pieno ma soprattutto la parte dietro sembra un posto veramente incantevole.. praticamente, attraversato un ponticello, c’è un piccolo parco con alcuni animali da cortile ma soprattutto una bella passeggiata che porta a vedere queste piccoli salti d’acqua del fiume Una.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-23img4974.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-24img4955.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-25img2766.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-26img2768.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-27img2769.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-28img2770.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-29img4962.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-30img2773.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-31img_4963.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-32img4960.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-33img4969.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-34img4953.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-35img4971.jpg





      Molto carino e anche abbastanza frequentato, visto che non siamo gli unici nei paraggi..
      una scoperta al volo che ci è piaciuta molto.. questa Bosnia si presenta con delle piccole ma piacevoli sorprese.

      Torniamo verso Bihac e andiamo diritti verso l’Una information center con l’idea di avere qualche consiglio per la giornata di domani.

      In realtà, tra le varie idee che avevamo messo in cantiere nel tratto di strada fino Bihac, c'era anche una deviazione di 16-17 km verso il confine croato, dove si trova la base aerea abbandonata di Zeljava. L'idea ci incuriosiva, anche se trattandosi di una zona militare e, sembra, non ancora completamente bonificata dalle mine, l'accesso diciamo che non era proprio di quelli che si fanno in assoluta tranquillità e soprattutto, solitamente, non in autonomia.. sconsigliando anche di inoltrarsi in campi e gallerie.
      Vista l'ora, ed i vari rischi, meglio non esagerare con le sorprese.

      Il centro informazioni è abbastanza centrale.. scambiando due chiacchiere con i ragazzi, ci rendiamo conto che alcune nostre domande, soprattutto per quanto riguarda il lato escursionistico e faunistico, resteranno senza risposta.. andremo seguendo il nostro istinto, ferme restando alcune località già note come le cascate ed alcuni castelli.

      Ma ora è il momento di andare a darci una rinfrescata e conoscere la nostra City bridge Guesthouse anche se prima ne approfittiamo per fare un bel prelievo per avere un po’ di contante.. 1000 BAM (o meglio, marchi bosniaci) dovrebbero essere sufficienti anche perché qualche volta riusciremo ad usare la carta di credito, soprattutto nelle città più grandi e turistiche come Mostar e Sarajevo dove eventualmente potremo fare qualche altro prelievo.

      Facile da trovare, incrociamo il proprietario Emir praticamente appena fuori la porta d’ingresso.. è una serie di camere all’interno di un edificio nuovo sotto il quale si trova anche una banca.
      Molto gentile e simpatico, chiediamo qualche consiglio su Bihac, sul parco e su qualche posticino dove poter cenare.

      La camera è carina, con affaccio sul fiume e praticamente tutto il necessario per goderci questo soggiorno di una notte.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-36img4975.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-37img4980.jpg






      Il tempo di una rinfrescata e, vista la vicinanza dal centro, usciamo per fare un giro della città.

      E la prima impressione è positiva già da quando ci troviamo ad attraversare il ponte sull'Una ed abbiamo la prima vista del fiume e dei dintorni.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-38img4984.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-39img2777.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-40img4986.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-41img2776.jpg





      La presenza di alcune antiche costruzioni (torri, chiese, moschee e scavi archeologici) ma soprattutto del fiume rendono Bihac una cittadina piacevole per trascorrere qualche ora passeggiando per le vie del centro e lungo il fiume dove c’è anche una vecchia chiusa con relativo parco.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-42img2778.jpg

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-43img4992.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-44img2780.jpg

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-45img2779.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-46img2783.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-47img2782.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-48img4997.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-49img5001.jpg





      In questa zona del centro città, che tutto sommato non è molto grande, passeggiamo in assoluto relax cercando di capire e scoprire cosa possa offrire Bihac.. i riferimenti non mancano e, tenendo come punto principale il ponte ed il fiume, è molto facile ritrovare la direzione giusta.

      Ed il fiume, con qualche parco vicino, è proprio quello che consideriamo il miglior modo per proseguire la nostra passeggiata, anche se non manca qualcosa di particolare che suscita la nostra curiosità come alcuni piccoli manifesti funerari attaccati agli alberi o statue e sculture che ci introducono un pò nella cultura di questo Paese in cui è molto sentito il ricordo ed il rispetto per i caduti durante la guerra così come per i familiari defunti (soprattutto per i musulmani).

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-50img5002.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-51img5004.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-52img5003.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-53img5005.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-54img5007.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-55img5010.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-56img5013.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-57img190320.jpg





      E passeggiando vediamo anche come non manchino i locali dove poter cenare o anche solo fare un aperitivo che già dalle 18,30 cominciano ad essere pieni.. prima di rientrare passiamo a dare un’occhiata a quelli che ci aveva consigliato Emir.

      Il River Una è il prescelto e così, dopo aver fatto un salto in camera, eccoci sulle rive del fiume a goderci la nostra prima cena bosniaca, con un bel tocco di romanticismo vista l’atmosfera ed il lieve rumore dell’acqua dell’Una in sottofondo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-58img200642.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-59img200719.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-60img200652.jpg





      La cena è buona e ci accorgiamo subito di come prezzi e cambio siano veramente favorevoli.. Praticamente 50 BAM in due per un antipasto, due piatti unici, acqua e birra.

      Una passeggiata nei dintorni del ristorante e lungo il fiume, attraversiamo il ponte per poi tornare indietro e rientrare verso la nostra Guesthouse.

      Come inizio non ci è dispiaciuto.. tutto sommato oggi era solo un giorno di trasferimento ma aver trovato già qualcosa di nuovo e carino come la Kostelski buk ci rende soddisfatti e ottimisti su quello che questa Bosnia può offrirci..
      e domani andremo alla scoperta del parco UNA.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    7. #7
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Percorso 1° giorno: Bologna - Bihac


      L'itinerario di giornata



      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-giorno-1.jpg




      Il tratto in Bosnia: dal confine a Bihac

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-giorno1_bosnia.jpg
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    8. #8
      L'avatar di Leia74
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Utenti Link Autorizzati
      Post
      7,214

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      Scusa ma... cosa significa buk?
      Foto: http://sabrinastravels.shutterfly.com
      Sab + Balza :) Last: Mongolia, New York + Boston, Bretagna e Normandia. NEXT: boh...



      Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


    9. #9
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      La traduzione letterale non saprei.. però abbiamo trovato questa parola in diverse occasioni quando c'erano cascate o simili..
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    10. #10
      L'avatar di lavale
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta
      Post
      1,299


      Predefinito

      Mi pare che voglia dire proprio cascata
      D'una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda. (Italo Calvino, Le città invisibili)




    11. #11
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Nacionalni park UNA


      14 agosto 2018 - Il parco UNA


      La giornata di oggi la dedicheremo per intero al parco UNA.. e avremo abbastanza tempo per muoverci in assoluta tranquillità e magari trovare qualche altra cosa interessante lungo la strada.

      I saluti al simpatico Emir, un bel caffè (da queste parti non è male) in un locale a due passi da noi ma in riva al fiume (GIG) e ci mettiamo in marcia.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-1img_081940.jpg





      Il parco ha diverse entrate (sono 6) e, dalla mappa, abbiamo visto che ci sono diversi punti indicati anche se le zone più famose sono certamente le Strbacki buk, Martin Brod ed il castello di Orasac.

      La statale scorre abbastanza bene e, visto che ci sembra anche abbastanza presto, decidiamo subito un cambio di programma con la prima deviazione verso Lohovo, dove si trova un complesso turistico proprio in riva la fiume e che sembra essere molto carino, Eko Selo Nature Art.

      C’è poi un altro punto chiamato Troslap dove appunto ci sono tre salti del fiume.. è un’idea che ci sovviene ricordando i punti del parco indicati come cascate ma a cui rinunciamo quando, raggiunto il cartello dell’ingresso n. 6, proviamo a proseguire in auto.. la strada però non sembra delle migliori.. prima tende a restringersi per poi diventare sterrato vero e proprio, con tanto di sassi e qualche buca.. non avendo la certezza, forse non è il caso di proseguire.. decidiamo così di tornare indietro goderci un giretto in questa zona.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-2img_5017.jpg





      Troslap infatti era soprattutto una curiosità visto che avevamo letto di questo punto dove peraltro sembrava possibile anche fare il bagno nonchè qualche degustazione locale su cui, però, vista l'ora, certamente avremmo dovuto glissare.

      Rinunciamo anche all'idea di raggiungerle a piedi, soprattutto per i tempi visto che, seguendo il corso del fiume, si trovano a circa 2 km da qui (alternativa è tornare sulla statale M11 e proseguire per altri 3 km per vederle dall’alto).

      E poi, anche se i salti non saranno tre, qui c'è comunque un altro punto chiamato Dvoslap (che vuol dire appunto due salti)... ci accontenteremo di un salto in meno.


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-3img_2784.jpg




      Il Nature Art è molto carino e certamente, oltre alle varie costruzioni, alle tradizioni riprese che danno un senso di pace e relax, la presenza del fiume con il suo leggero rumore di sottofondo lo rende ancor più bello.. probabilmente l’ideale è trascorrere qui anche qualche notte.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-4img_2785.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-5img_5022.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-6img_2788.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-7img_2789.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-8img_2790.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-9img_5025.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-10img_2791.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-11img_2792.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-12img_5026.jpg






      Il giro non ci impiega molto tempo e così rieccoci di nuovo sulla statale.. ma non percorriamo molti chilometri... poco dopo, infatti, c’è un villaggio (Ripac) dove si trova un sito archeologico (molto diffusi e presenti in Bosnia) ma soprattutto delle cascatelle che ci incuriosiscono e che ovviamente non vorremmo tralasciare.

      Trovarle non è facile ma alla fine, con un po’ di intuito (per forza devono essere lungo il fiume), riusciamo a trovare la strada per le Ripacki slap (questo è il loro nome, o anche "rapids").

      Non sembrano essere una vera e propria attrazione turistica e, anche qui, praticamente si trovano nei pressi di alcune abitazioni, con tanto di ponte e di un ristorante che per l’appunto si chiama Slapna Uni.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-13img_2793.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-14img_5028.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-15img_5030.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-16img_2797.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-17img_5029.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-18img_5032.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-19img_5036.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-20img_2796.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-21img_5037.jpg





      Pochi passi e neanche tanto tempo per vedere questa piccola oasi, carina e simile come contesto a quella che abbiamo visto ieri alle Kostelski.

      Posti come questo, grazie alla presenza del fiume, probabilmente devono essercene diversi, anche se magari poco conosciuti o comunque non indicati...e capiamo che facendo qualche giro anche all'interno di questi villaggi, c'è sempre qualcosa in più da scoprire come qualche sito particolare o qualche moschea.

      Un'altra piacevole sorpresa per iniziare questa giornata ma è il momento di proseguire verso il parco.. le nostre mete principali, per oggi, sono due.. ma il parco è molto grande e ci sono davvero diverse cose da vedere, più o meno interessanti.

      Superiamo il primo ingresso (ulaz 1, Gorjevac) e proseguiamo.. la nostra dovrebbe essere la ulaz 3, a Celije.. in realtà potremmo anche entrare prima, all’altezza di Cukovi (è la 2), ma la strada sembra essere uno sterrato che non ci è stato raccomandato al visitor center, da fare magari con un fuoristrada, oppure a piedi.. almeno a detta del ragazzo dell’ufficio turistico.

      Proseguendo così lungo la statale, facciamo una breve fermata nei pressi di un bel cimitero musulmano monumentale.. dopo dovremmo trovarci la deviazione per l'ulaz 3, a Celije

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-22img_2798.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-23img_2802.jpg





      Prima, però, incrociamo la deviazione per Orasac.. il castello e la vecchia moschea si intravedono dalla strada e così decidiamo di fare un salto.

      Pessima idea.. dopo il primo tratto che sembra normale, la strada inizia a salire e diventa praticamente una specie di mulattiera per la gioia di gomme e sospensioni.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-25img_2804.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-24img_2803.jpg






      Purtroppo è molto stretta e quindi dobbiamo proseguire finchè non troviamo un punto in cui poterci fermare e tornare indietro.. il castello potrà fare a meno di noi.. e noi ci accontenteremo di vederlo dal basso mentre praticamente imbocchiamo la strada verso il terzo ingresso.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-26img_2805.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-27img_2807.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-28img_5043.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-29img_5045.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-30img_5047.jpg






      Le cascate si trovano a 8 km da qui. La strada praticamente costeggia il fiume e anche qui arriva lo sterrato.. ma percorribile.. magari si alzerà un po’ di polvere.

      Non è molto larga ma è l’unica strada per raggiungere le cascate.. il tratto non è breve ma andando piano ci godiamo anche la zona che attraversiamo.
      Tanta natura, qualche casa con tanto di prodotti locali esposti come frutta, miele e marmellata ma anche la speranza i di fare qualche incontro tra quelli segnalati nei cartelli che incontriamo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-31img_2811.jpg





      E, poco dopo, eccoci all'ingresso vero proprio.
      Qui troviamo un giovane ranger, sorridente ma non molto loquace.. ticket di “ben” 6 BAM a persona e siamo dentro.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-32img_2812.jpg





      Ancora un pò di strada e saremo alla nostra prima meta (programmata) di giornata, le Strbacki buk.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    12. #12
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,037

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito UNA park: Strbacki buk e Kulen Vakuf


      Strbacki buk e Kulen Vakuf



      Lasciato il gate, e percorso il tratto fino al parcheggio (ma senza incontri ravvicinati), ci incamminiamo verso le cascate che si raggiungono tramite un trail molto semplice su passerelle in legno e, a tratti, in mezzo a tanti piccoli rivoli d’acqua.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-33img_2813.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-34img_2814.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-41img_5064.jpg






      Le Strbacki buk sono uno spettacolo.. e si possono ammirare da vari punti, la maggior parte facilmente raggiungibili..

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-35img_5051.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-36img_5057.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-37img_5060.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-38img_5061.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-39img_5063.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-40img_5064.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-42img_110759.jpg





      ..compreso quello un po’ più vicino all’acqua, tra le rocce, che tutto sommato richiede solo un buon paio di scarpe aderenti per evitare di scivolare.. ed un po’ di pazienza per avere la visuale libera visto che in tanti non disdegnano di arrivare fin qui.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-43img_5074.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-44img_5076.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-45img_5080.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-46img_5075.jpg






      Questo sembra essere il limite per vedere le cascate per intero.. da qui, poi, il sentiero prosegue salendo ma decidiamo di non inoltrarci, anche se la curiosità è tanta.. un po’ come l’appetito (vien mangiando).

      Non immaginavamo un luogo così bello.. e con il sole splendente immaginiamo una cartolina dai colori ancor più belli e accesi.. ma anche così ne è valsa la pena.. non ci stancheremmo mai di guardarle ma la giornata è ancora lunga e queste strade forse sono un’incognita da considerare.

      In realtà il tempo c’è, ma meglio limitarci a qualche altra breve fermata per godercele ancora un pò mentre ci dirigiamo verso il parcheggio.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-47img_5083.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-48img_5097.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-49img_5095.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-50img_2832.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-51img_5093.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-52img_5058.jpg





      La prossima tappa è, o meglio sarebbe, Martin Brod, piccolo villaggio all’interno del parco e località tra le più conosciute sia per le varie attrazioni che per l’aspetto culinario.. da queste parti, infatti, sembra che ci siano ottimi ristoranti dove poter assaggiare la cucina locale.

      Sappiamo già, però, che lungo la strada incontreremo altri punti dove necessariamente dovremo fare una deviazione o comunque qualche fermata, anche se magari breve.

      E così, la prima sosta è nei pressi della città-fortezza (stari grad è l’indicazione ma in sostanza si tratta di un castello) di Ostrovica, che però decidiamo di vedere al volo e proseguire verso Kulen Vakuf

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-53img_2835.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-54img_2837.jpg






      E' un'altra località, peraltro tra quelle che avevamo considerato come punto dove pernottare, abbastanza conosciuto e turistico, soprattutto per la moschea, il cimitero (necropoli) e, appunto, per il castello.

      Villaggio piccolo.. deviazione attraversando il ponte sull’UNA e pochi metri dopo siamo in centro.

      Il giro qui è piuttosto breve.. i turisti però non mancano, compreso qualche italiano che riconosciamo dalla targa.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-55img_2838.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-56img_5101.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-57img_2842.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-58img_2843.jpg





      Siamo ancora nel parco, l’UNA è veramente molto esteso, soprattutto in lunghezza e la strada che percorriamo praticamente segue per la maggior parte il corso del fiume lungo il quale, nel tempo, sono nati i vari villaggi.. questo rende molto più piacevole la guida, anche in alcuni tratti dove i lavori fanno sparire l’asfalto per diversi metri, creando all’inizio il timore di aver sbagliato strada o esserci imbattuti in un lungo tratto di sterrato.. per fortuna, appena dopo una curva, riecco il manto scuro..
      possiamo proseguire tranquilli verso la prossima metà.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    Tag per Questa Discussione

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  
    Privacy

    ForumViaggiatori.com
    di Claudio Bonà
    Partita IVA: 06207570968

    Seguici su: