Nome utente o mail:

Hai già un account ?


Dimenticato password ?
clicca QUI
  • ACCEDI a FV    o     REGISTRATI

    ForumViaggiatori

    NOVITA' Assicurazione Viaggio AXA ASSISTANCE - SCONTO 10% solo per gli utenti FV - Codice Promo = FV10

     

    Che Tempo fa ?   dove andare nel mese di ...

     

    Coperto il 18% delle SPESE mensili SERVER275
     
    -
     

    Generico

      Italia   Europa   Nord
    America
      Centro
    America
      Sud America
    Antartide
      Asia   Africa   Oceania  

    VISTO ESTA PER GLI STATI UNITI:     https://www.esta-usa-visto.it     PER CHI PRETENDE UN SERVIZIO CON SUPPORTO IN ITALIANO

     

    LINK

    SCONTI &
    Convenzioni

      SCONTO 10%
    TravelParking
    MALPENSA
      SCONTO 10%
    TravelParking
    ORIO (BG)
      FiveSenses
    ANTIGUA
    Caraibi
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE
      SPAZIO
    DISPONIBILE


    Grazie Grazie:  0
    Mi Piace Mi Piace:  10
    + Login o Registrati per inviare un messaggio
    Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
    Risultati da 16 a 30 di 33
    1. #16
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Itinerario UNA park e dintorni

      L'itinerario di questa seconda giornata, dedicata soprattutto al parco UNA:


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-giorno-2.jpg
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    2. #17
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito La strada da Drvar verso Mostar


      15 agosto -
      Da Drvar a Mostar.. ma con varie tappe.



      Dormire in questo posto immerso nella natura, scoperto così per caso, è stata un’esperienza certamente positiva, soprattutto perché, vista l’ora in cui siamo andati a dormire, praticamente ancor prima dell’alba siamo già svegli..
      ma abbiamo comunque la sensazione di aver dormito davvero molto.. veramente rilassante.

      Il programma per oggi prevede diversi chilometri (poco meno di 300) e varie idee su alcuni punti lungo la strada dove magare fare una deviazione o fermarci.. solita incognita, non sapere cosa ci riserverà la strada ma una cosa è certa, stasera saremo a Mostar dove abbiamo prenotato la nostra guest house.

      Prima di lasciare l’Etno Selo Dodig, ci gustiamo una colazione che non è certo di quelle intercontinentali ma molto naturale, comunque molto apprezzata e tutto sommato neanche scarsa.. ci dispiace un po’ lasciare questo posticino così e l’idea è che non sarebbe stato male farsi qualche passeggiata nei dintorni, lungo i vari sentieri indicati.

      Ripartiamo, e poco dopo ci immettiamo sulla statale in direzione Livno, dove si trova un bel monastero francescano.. è la nostra prima, ipotetica tappa.

      Il paesaggio che attraversiamo, ma forse più la prospettiva lungo la strada, ci ricorda qualche altro viaggio, tipo le lunghe strade dell’ovest USA.. molti tratti dritti e senza traffico.. ma ci sono i limiti (70-80 km/h) che è meglio non superare.. non vorremmo fare un incontro ravvicinato con la polizia locale.. sarà invece un piacere goderci e conoscere questo paesaggio ed i vari punti che incontreremo.

      Dopo alcuni chilometri, incrociamo un grande monumento, ben visibile, all’altezza di Resanovci.. qui, come in altri posti, non mancano i cartelli stradali (gialli) che indicano le varie località e riusciamo così ad orientarci un pò.. poche invece sembrano le indicazioni su monumenti tipo questo.. sarebbero stati utili per capire di cosa si tratta senza dover poi studiare o cercarli dopo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-1img_2912.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-2img_2914.jpg





      La maggior parte delle cose che notiamo nei chilometri successivi, e attraversando i piccoli agglomerati di case che si trovano lungo la strada, sono chiese, cimiteri, qualche moschea ed i residui di case che a prima impressione possono sembrare dei ruderi o catapecchie ma che in realtà sono il segno di uno dei momenti di storia più tristi di questo Paese, la guerra civile del 1992, che si protrasse per oltre tre anni.

      La curiosità ci porterebbe a fermarci spesso ma forse è meglio non perdere troppo tempo..
      e così ci limitiamo a fare solo qualche deviazione dalla strada principale per fare un giro ma senza fermarsi o, anche se con un po’ di vergogna a dirlo, fare un semplice scatto e ripartire quando riteniamo che non valga la pena una sosta.

      Korita, Celebic, Lusnic sono i nomi di alcune località dove, molto a sensazione o per curiosità, decidiamo di fare un breve stop.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-3img_2917.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-4img_2920.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-5img_2928.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-6img_2925.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-7img_2930.jpg





      E così, dopo circa 3 ore di strada, vediamo le indicazioni per Livno.

      Seguiamo un po’ il navigatore, che ci porta a percorrere una specie di circonvallazione esterna anche se poi andiamo un po’ di testa nostra deviando, prima di raggiungere il monastero, per qualche strada del centro dove vediamo la punta di qualche minareto o campanile che ovviamente indicano la presenza di chiese e moschee, immancabili un po’ ovunque.

      Ed eccoci al Monastero francescano, un complesso molto importante, con una storia particolare, costruito a metà dell’800 iniziando dalla chiesa a cui poi sono state aggiunte le altri parti che lo compongono come il museo e la galleria, i due edifici accanto, molto più recenti, dove ci sono diversi reperti storici e religiosi.

      E’ davvero molto grande ed iniziamo prima con una passeggiata all’esterno per poi entrare nella chiesa, molto carina e decorata.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-8img_2932.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-9img_5243.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-10img_2934.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-11img_2939.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-12img_5252.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-13img_5249.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-14img_2937.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-15img_2941.jpg




      La parte posteriore, che sembra essere il vero e proprio monastero, non sembra accessibile ai visitatori.. o forse la visita è da richiedere o comunque concordare.. almeno così ci sembra leggendo qualche cartello.
      Molto interessante ma è ora di ripartire.

      Prima di riprendere la statale, facciamo un giro nei dintorni, sia verso la zona più esterna (da cui avremmo anche potuto proseguire seguendo una strada alternativa) che, tornando indietro, verso il centro dove rivediamo appunto alcune chiese e moschee di cui prima avevamo intuito la presenza e che ci ha indicato il navigatore..
      ma ci limitiamo ad un passaggio abbastanza volante, una specie di stop&go.. dobbiamo proseguire per diversi chilometri e, soprattutto, verso la prossima tappa, Tomislavgrad ed un altro importante monastero.

      La strada offre due opzioni.. noi decidiamo per quella che passa dal Busko jezero.. il lago potrebbe offrirci qualche paesaggio interessante ma soprattutto siamo curiosi di passare in una delle zone più conosciute per la presenza di baracchini dove poter degustare l’agnello arrosto on the road.

      E l’idea ci permette di attraversare altri piccoli villaggi, nonché incontrare qualche casa un po’ diroccata e distrutta ma soprattutto una bella chiesa che, a prima impressione, ci manda un po’ in confusione perché per forma e dimensione sembra essere un vero e proprio monastero.. possibile che siamo già arrivati?
      Eppure non abbiamo neanche incrociato il lago.. non avremo per caso sbagliato completamente strada e preso l’altra?

      I nostri dubbi vengono fugati quando capiamo di essere a Podhum dove appunto si trova questo bel complesso dedicato a San Giovanni Battista, qui noto come Sv. Ivana Krstitelja (Sv. è appunto abbreviativo di svetog, santo, un termine che conosciamo già dai precedenti viaggi).

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-16img_2942.jpg





      Quando siamo nei pressi del lago, purtroppo il cielo è coperto e così non possiamo apprezzare colori e riflessi sull’acqua che solitamente rendono molto di più con il sole..
      ma il paesaggio intorno al lago tutto sommato non è male.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-17img_2943.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-18img_2947.jpg




      E possiamo anche capire il motivo per cui il lago è famoso per le specialità gastronomiche visto che appena attraversiamo il ponte, sentiamo un forte odore di carne arrostita.. il famoso arrosto di agnello che poco dopo ci compare sottoforma di enormi spiedoni che stanno lì a girare sul fuoco.

      L’orario ci starebbe tutto (è mezzogiorno), forse più la curiosità.. ma resistiamo a questa piccola tentazione e, costeggiando il lago, proseguiamo verso Tomislavgrad, dirigendosi subito verso la basilica.

      Anche questa molto bella ma forse il giorno non è quello giusto (sarà perché ferragosto?).
      Il portone è completamente sbarrato ed è vano anche il tentativo di provare con una piccola spinta.. ci dovremo accontentare di fare due passi nei dintorni.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-19img_5258.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-20img_2956.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-21img_5263.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-22img_5265.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-23img_5269.jpg




      C’è anche il museo ma quello che ci attira è la presenza di alcuni vasetti (di marmellata.. o almeno così sembra).
      Nella parte dietro c’è anche una collinetta.. ancora due passi, un giro per vedere la vista da quassù e siamo pronti a ripartire.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-24img_5271.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-25img_5272.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-26img_2961.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-27img_2962.jpg




      Riattraversiamo la città.. anche qui una veloce toccata e fuga nei pressi della statua del re Tomislav, del comune vicino e della moschea, tutti abbastanza vicini..

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-28img_2951.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-29img_5256.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-30img_2965.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-31img_2966.jpg




      ..c’è anche un ufficio informazioni che però, anche questo, sembra chiuso.. ma ormai non serve, visto che, sotto l’occhio incuriosito di alcune persone del luogo (forse italiani non se ne vedono molti), stiamo lasciando Tomislavgrad, questa volta in direzione Mostar.. più o meno.

      E già, perché la strada verso Mostar ci offre un paio di alternative.. andare subito a Mostar o deviare verso altri "lidi".. e siccome è ancora presto, decidiamo di sfruttare il resto della giornata per una delle località ed attrazioni più belle e famose della Bosnia, le Kravica waterfalls.
      L’unico dubbio è che essendo un giorno particolare, potremmo trovare forse un po’ di affollamento, soprattutto se usi e tradizioni sono simili ai nostri e quindi in una giornata con tanta gente in giro… vedremo!!
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    3. #18
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Cascate di Kravice


      Kravice, le cascate e Mostar by night


      Abbiamo studiato un po’ questa zona e sappiamo (anche perchè ci aveva dato consigli Cinzia "Pollon") che, prima di raggiungere Kravice, ci sarebbero altre cascate, più piccole ma sembra ugualmente carine, che potremmo raggiungere deviando per qualche chilometro dalla statale, le Vodopad Kocusa.

      Il traffico non è un problema.. e in una giornata così non poteva mancare un bel posto di controllo della polizia con tanto di velox.. ma la “solidarietà” automobilistica non manca e così tutte le macchine che incrociamo segnalano la loro presenza.. pericolo scampato.

      L’attenzione sul punto da cui deviare però ci fa un piccolo scherzo e ci rendiamo conto di aver sbagliato qualcosa quando arriviamo all’altezza di Ljubuški e vediamo in alto il castello.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-32img_2971.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-33img_5279.jpg




      Siamo andati oltre.. proviamo a tornare indietro ma non troviamo alcuna indicazione nei 3-4 chilometri che ripercorriamo e così desistiamo.. prossima destinazione, le grandi cascate.

      Il nome Kravice compare spesso e non è difficile seguire le indicazioni che dopo qualche chilometro ci portano fino al primo parcheggio (gratuito).

      Le persone non mancano così come la fila.. l’ingresso costa 10 bam, tutto sommato non molto.
      Sarebbe stato possibile anche proseguire ed immetterci nel parcheggio (a pagamento) più in basso e vicino alle cascate.. ma quattro passi non saranno un problema.

      Le cascate ci appaiono dopo qualche metro di discesa e capiamo il motivo per cui ci sia così tanta gente.. ricordano, per un attimo, in versione ridotta (molto) quelle di Plitvice che però sono tutt’altra cosa.

      I vari salti ed il verde dell’acqua sono molto belli.. ma è un luogo veramente molto affollato.. le persone sono ovunque, nei bar, sulla parte della spiaggia, ed in acqua a godersi un bel bagno.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-34img_5283.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-35img_5289.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-36img_2980.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-37img_5287.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-38img_5292.jpg




      Percorriamo il primo tratto fino al ponte da cui si passa sull’altro versante.. ponte non proprio comodo anche se non stretto ma certamente non il massimo se dovessero incontrarsi persone di taglia grossa.. scivolare e cadere in acqua probabilmente non sarebbe una tragedia, se non fosse per zaino e soprattutto macchina fotografica.

      Ci fermiamo in questa zona per alcuni minuti.. preferiamo infatti prima levarci una curiosità e fare il trail, che sembra essere non molto lungo ma anche poco conosciuto e frequentato, che porta verso le Mala Kravica e la zona intorno alla fonte, dove ci si può godere la natura circostante con maggiore tranquillità.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-39img_2984.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-40img_2988.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-41img_5298.jpg




      Ci incamminiamo e non sono molte le persone che incontriamo lungo questo sentiero, peraltro abbastanza semplice tranne gli ultimi 4-5 metri che portano poi giù.

      A dire il vero, non troviamo subito il tratto per scendere e, al primo tentativo, ci troviamo in punto da cui si vedono dall’alto, con tanto di persone che fanno il bagno.. più avanti il cartello per la fonte del fonte del fiume.
      Ma un modo per arrivare alle "Mala" ci sarà di certo.. ed infatti, tornando indietro, ecco il punto da cui si scende fino ad un piccolo spazio con una passerella da cui poi si entra in acqua.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-42img_2994.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-43img_5304.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-44img_5305.jpg





      Non è proprio completamente isolato e sconosciuto.. c’è un gruppo di ragazzi ma è veramente molto carino.
      Vale la pena fare un tuffo, muovendosi sia nella parte più aperta che in quella un po’ più nascosta dove c’è un piccolo salto.

      Bello.. un mini paradiso scoperto quasi per caso (che soddisfazione) dove ci fermiamo per alcuni minuti prima di tornare indietro verso le sorelle maggiori.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-45img_3007.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-46img_3031.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-47img_3035.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-48img_3038.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-49img_3044.jpg




      Avremmo avuto la curiosità di raggiungere anche la fonte ma, dopo aver chiesto a qualcuno, i tempi forse sarebbero stati un po’ troppo lunghi.

      Torniamo così nel mezzo della gente e delle Kravice.. trovare l’attimo giusto per scattare qualche foto senza qualcuno davanti non è facile ma con un po’ di pazienza riusciamo nell’intento prima di concederci una sosta in uno dei bar-kiosko che si trovano qui.. una bella bibita fresca ed un hamburger e patate ci danno la giusta soddisfazione.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-50img_3057.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-51img__143152.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-52img_3051.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-53img_5312.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-54img_5310.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-55img_5316.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-56img_3071.jpg




      Posto molto bello che certamente merita di essere visto.. magari un po’ meno gente, ma sarà difficile che un luogo così possa essere poco frequentato.. comunque da vedere.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-57img_3074.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-58img_3076.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-59img_5322.jpg





      Fatta la piccola salita fino al parcheggio, eccoci pronti a ripartire per Mostar.
      Le indicazioni del navigatore ci portano in direzione opposta a quella dei cartelli che, all’inizio, decidiamo di seguire.. dopo alcuni chilometri e superati alcuni piccoli centri, la vista dell’autostrada ci porta a fare retro front e tornare indietro.. forse meglio tornare sulla nostra prima idea e percorrere la strada che praticamente passa nei pressi di Medjugorie e prosegue poi fino a Mostar.

      Il traffico tende ad aumentare mentre ci avviciniamo a Mostar.. tra indicazioni che ci incuriosiscono e qualche punto panoramico qualche brevissima sosta non manca..ma non più di tanto.. dovremmo raggiungere la nostra guest house Stari che si trova nei pressi del centro.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-60img_3079.jpg





      Seguiamo così il navigatore che ci porta all’indirizzo esatto.. una strada a senso unico dove però non sembra essere facile parcheggiare.. non ci resta che rifare il giro e riprovare.

      Qui ci accoglie una ragazza molto cordiale e simpatica.. ci mostra la camera e dove l’asciare l’auto.
      Il tempo di prendere qualche informazione, disfare i bagagli, rilassarci un po’ e siamo pronti a fare un giretto per Mostar, anche se ormai sarà una visita in notturna.

      La posizione della guest house (visto anche il prezzo di 50 euro per due notti) è ottima.. pochi minuti e siamo già in centro, dove non mancano ristoranti, locali e soprattutto turisti.
      Ma non ci stupisce visto che Mostar e Sarajevo sono spesso le uniche città (sbagliando) visitate in questo Paese che invece, per quel che abbiamo visto finora, offre molte altre cose interessanti e belle, forse anche di più, da visitare.

      Non conoscendo orari e abitudini locali per la cena, cerchiamo subito un ristorante.
      La scelta, anche con il suggerimento della ragazza della guest house, ricade su Sadrvan, non lontano dal ponte nonché considerato tra i migliori.. sarà questo il motivo per cui ci mettiamo in lista ed attendiamo un bel po’ di minuti prima di metterci a sedere, mentre comunque vediamo passare diversi piatti davvero molto interessanti.
      Certamente è un ristorante per turisti ma ci da fiducia il fatto che sia tra i più apprezzati.

      Tra le varie possibilità alla fine decidiamo per due piatti unici: Bosanska plata e Nacionalna plata... forse è un tipo di cucina che, per i miei gusti, non è tra le più esaltanti.. in ogni caso questa cena non è stata male.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-61img_5333.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-62img_25032.jpg





      Per concludere la serata, non ci resta che fare un giro per il centro ma soprattutto vedere il famoso Stari most, uno dei luoghi più famosi e rappresentativi della Bosnia.

      La vista di sera è veramente bella.. il fiume, le luci dei locali e la vita rendono piacevole questa passeggiata.. forse però, possiamo goderci una vista migliore da una specie di spiaggia che abbiamo visto laggiù.. perché non raggiungerla e riprovare il nostro classico autoscatto con vista ponte?

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-63img_5337.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-64img_5335.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-65img_5336.jpg




      E non ci sbagliamo.. da qui si vede veramente il ponte nella sua bellezza, ancor di più con le torri accanto e le luci che lo illuminano.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-66img_5347.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-67img_5345.jpg





      E’ l’ultima immagine prima di fare ancora un pò di passeggiata e tornare verso la guest house anche se comunque la visita non è tutta qui.
      Avremo ancora tempo nei prossimi giorni anche se la giornata di domani sarà abbastanza full visto che l’idea sarebbe quella di fare un giretto tra Medjugorje, Pocitelj, Radimlja, Stolac e Blagaj..
      vedremo cosa i tempi ci permetteranno di fare.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    4. #19
      L'avatar di Leyla83
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta
      Post
      758

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      Bel racconto! Ci siamo passati settimana scorsa, abbiamo visto anche il vostro ristorante Sadrvan, sembrava veramente ottimo!!! Mostar ci è piaciuta moltissimo.
      Visita i miei... Viaggi da Fotografare!

      2014: Giordania, Istanbul, Mauritius - 2015: Usa West, Maldive - 2016: Perù, Florida, Filippine -
      2017: Giappone, Slovenia, Messico, Stoccolma, Rep. Dominicana, Tallinn, Helsinki - 2018: Lucerna, Baviera, Salisburgo, Vienna, Bratislava, Indonesia - ​2019: Cambogia, Singapore, Londra, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Polinesia Francese, Malta - 2020: India, Bahamas, Asia Centrale



      Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


    5. #20
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Itinerario Drvar - Mostar

      L'itinerario del terzo giorno, da Drvar a Mostar, con qualche deviazione.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-giorno-3.jpg
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    6. #21
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Medjugorje


      16 agosto - Il giro nei dintorni di Mostar: prima tappa, Medjogorje


      Oggi abbiamo un programma con qualche ambizione, viste le varie località che abbiamo intenzione di visitare e che abbiamo programmato muovendoci intorno a Mostar con una specie di giro ad anello e facilitato dalla visita alle cascate di Kravica già fatta ieri.

      Nei pressi della guest house ci sono un paio di pekara, ottimi posti dove poter prendere qualcosa da mangiare, sia dolce che salato e così ne approfittiamo per prendere un paio di pseudo cornetti (buoni) anche se l’appuntamento con il caffè è rinviato.

      Partiamo da Mostar appena prima delle 8 e la prima sosta sarà a Medjugorje, percorrendo circa 25 km.
      Questo tratto di strada l’abbiamo già percorso ieri, in una mezz’oretta dovremmo esserci.. però non saremo i soli e quindi meglio non rischiare traffico ed intoppi.
      Quando siamo alle porte della città vediamo che le indicazioni stradali ci porterebbero a fare un percorso diverso dal navigatore, soprattutto quando nei pressi della rotonda da cui proseguire per la strada più breve incontriamo un cartello con un divieto di accesso e circolazione.. decidiamo di proseguire “in divieto” e, al limite, inventarci qualcosa se dovessero fermarci.
      Effettivamente questa soluzione ci porta sulla strada da cui, qualche metro avanti, si raggiunge l’ingresso del complesso della chiesa di San Giacomo.
      E’ presto e il parcheggio (rigorosamente a pagamento) non ci crea alcun problema.
      Proprio accanto c’è un bar con evidente indicazione di “caffè italiano”.. un buon motivo per fermarci un attimo. L’italiano qui sembra essere all’ordine del giorno.. anche perché siamo tra i turisti con maggiore frequenza e presenza.

      Nonostante sia abbastanza presto, quando raggiungiamo la chiesa ci sono già diversi turisti e bus da cui scendono le varie comitive.

      Entriamo nel giardino con la Statua della Madonna (Regina della Pace), uno dei vari punti di preghiera e meditazione.. ma la facciata della chiesa è l’immagine che domina al primo impatto.
      Non ci dispiacerebbe entrare ma vediamo un po’ di fila.. c’è anche una funzione in corso e così decidiamo di proseguire verso la parte retrostante dove si trova il grande altare esterno.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-1img_5352.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-2img_5349.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-3img_5351.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-4img_3088.jpg





      Un giretto nei dintorni con qualche altro punto segnalato su una mappa di questo grande complesso, come le cappelle ed i confessionali, ci porta via pochi minuti..
      quello che invece non vogliamo perderci è la Statua del Cristo Risorto, forse la più suggestiva delle cose da vedere.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-5img_3090.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-6img_5356.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-7img_5357.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-8img_3091.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-9img_5358.jpg





      C’è un lungo viale, molto facile, che dall’altare porta fino al cimitero Kovacica.

      Ogni luogo qui è pervaso da una sensazione di misticismo, preghiera e devozione.. stessa sensazione, forse ancor di più, osservando le tante persone che vediamo ed incontriamo. I colori dei mosaici rappresentano i Misteri della luce del Rosario ci accompagnano fino all’ingresso del giardino con la statua del Cristo dove le persone non mancano di certo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-10img_5360.jpg




      Trovare l’attimo giusto per fare qualche foto non è semplice.. c’è sempre qualcuno accanto alla statua..
      ma è giusto così.. basta vedere l’espressione di alcune donne, un misto di sofferenza e speranza, per capire quanto sia importante e quanta devozione ci sia.. un semplice gesto quale strofinare il famoso fazzoletto benedetto sulla statua del Cristo può rappresentare la sintesi di questo luogo così particolare.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-11img_5367.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-12img_5363.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-13img_5366.jpg




      Altri due passi, ma giusto per raggiungere e dare un’occhiata veloce al cimitero, e torniamo indietro..
      vogliamo raggiungere un altro dei luoghi più famosi di Medjugorje, la collina delle apparizioni.
      Dovremo andare in auto e bisogna fare un giro un po’ strano.. l’incognita è sempre il traffico e quanta gente incontreremo.
      Qualche souvenir (prezzi tutto sommato molto abbordabili) in uno dei tanti negozi che incontriamo lungo il viale per raggiungere l’auto e ci muoviamo.

      La strada per la collina ci porta ad attraversare alcuni tratti piuttosto stretti.. i bus turistici che si fermano un po’ senza regole rallentano il traffico.
      I parcheggi che incontriamo ci sembrano già abbastanza pieni e, nel dubbio di trovarci un po’ distanti, decidiamo di proseguire.. un pizzico di intuito ci porta ad infilarci in una stradina secondaria non lontano dalla Regina pacis e dal punto in cui inizia la salita sia verso la collina.. si potrà parcheggiare qui? Qualche auto, anche con targa “indigena, c’è.. proviamo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-14img_5370.jpg





      Chiesa e indicazioni sono ben visibili.. non ci resta che iniziare questa salita che a prima vista sembra abbastanza ripida.. ci sono diversi punti dove fermarsi (le cosiddette stazioni) ma alla fine, dopo circa 15 minuti, eccoci in cima.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-15img_3097.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-16img_5373.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-17img_5374.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-18img_3100.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-19img_3101.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-20img_3102.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-21img_5380.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-22img_3104.jpg





      Anche qui le persone non mancano.. e per molti (tanti anziani ed anche persone con handicap o grandi difficoltà motorie) è soprattutto la speranza e la forza di volontà a portarli ad arrivare fin quassù.

      I punti di riferimento più importanti sono certamente la statua della Vergine e la croce, ovviamente circondate dalle tante persone presenti.
      La giornata è bella, anche calda, ma effettivamente essere qui provoca una certa emozione.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-23img_5384.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-24img_5383.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-25img_5386.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-26img_3112.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-27img_5390.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-28img_094831.jpg





      Ma la giornata è lunga e le tappe in programma non sono poche.
      E’ il momento di rientrare lungo la discesa che facciamo sull’altro versante.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-29img_5392.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-30img_3113.jpg





      Un mini giro nei negozi vicini e, raggiunta l’auto (nessun “foglietto” sul parabrezza), lasciamo Medjugorje per la prossima meta, il borgo di Pocitelj.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    7. #22
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Pocitelj


      Il borgo di Pocitelj


      Ripartiamo da Medjogorje e la statale tende un pò a salire finchè praticamente non scolliniamo nei pressi di un ampio spazio dove c’è solo una chiesa, nuova ma piuttosto isolata.. ed i cartelli stradali ci dicono che abbiamo ancora qualche chilometro da fare..

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-31img_3115.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-32img_3117.jpg




      Attraversiamo Caplijina con un breve passaggio all’interno di qualche stradina e, superato il ponte (anche questo con una sua storia), costeggiamo in parte il fiume fino a vedere già dalla strada il forte con la torre ed il borgo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-33img_3120.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-34img_3123.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-35img_5397.jpg





      E’ veramente carino, molto particolare e con diverse costruzioni.
      Incontriamo parcheggi in diversi punti già lungo la statale.. e si può entrare e salire da almeno un paio di ingressi.. fatti i primi gradini troviamo anche una mappa con tutti i punti del borgo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-36img_5398.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-37img_3129.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-38img_5402.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-39img_3132.jpg






      Bello tutto il complesso.. strade che si incrociano in un saliscendi e che permettono di raggiungere i vari punti, oltre ad avere diverse viste panoramiche sulla valle e sulle varie costruzioni del borgo.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-40img_3133.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-41img_3134.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-42img_5406.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-43img_5403.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-44img_3137.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-45img_5405.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-46img_5407.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-47img_5411.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-48img_105332.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-49img_105609.jpg





      La Moschea è tra le cose più interessanti da visitare.. il ticket (3 euro) è ok, e vale la pena fare questo piccolo investimento.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-50img_3141.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-51img_3144.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-52img_5419.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-53img_5430.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-54img_3150.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-55img_3153.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-56img_3155.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-57img_5433.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-58img_5429.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-59img_5424.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-60img_5421.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-61img_5425.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-62img_3149.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-63img_3157.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-64img_3158.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-65img_5436.jpg





      Ci vorremmo fermare qualche minuto in più ma non sappiamo cosa ci riservano gli altri punti che abbiamo in programma.. per questo la decisione è stata quella di selezionare alcune delle varie cose da vedere qui, tralasciandone altre come alcuni ruderi.

      E così, finita la visita alla moschea, ci incamminiamo lungo altre stradine che pian piano ci portano verso il basso.


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-66img_3159.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-67img_5437.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-68img_3162.jpg





      Una sosta al bar ci sta.. ma, quello che ci ispira molto, appena fuori dal borgo, sono i baracchini con la frutta (soprattutto i fichi) dove una fermata è inevitabile.. un po’ di prodotti freschi e naturali, ma anche dare un piccolo contributo a queste persone che, oltre alla gentilezza, certamente con il turismo non diventeranno dei paperone (visti i prezzi, poi).

      E l’idea di un assaggio diventa “una tira l’altra” con relativa scorta per il resto della giornata.

      Un ultimo sguardo al borgo prima di riprendere l'auto e ripartire..

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-69img_3163.jpg




      Prossima destinazione la Stolac e la necropoli di Radimlja.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    8. #23
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Stolac e la necropoli di Radmilja


      La necropoli di Radmilja..poi un giro a Stolac


      Ripartiamo da Pocitelj seguendo un po’ il fiume prima di deviare verso Stolac, una delle località più conosciute anche dal punto di vista turistico, soprattutto per la presenza di una delle più interessanti necropoli del paese, Radimlja.

      Le indicazioni non mancano e lungo la strada ci sarebbe anche qualche possibile deviazione verso necropoli, siti archeologici e chiese.. ma abbiamo già in programma Radmilja, può essere sufficiente.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-70img_3166.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-71img_3167.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-72img_3171.jpg





      Il sito si trova appena fuori Stolac e, poco prima di mezzogiorno, eccoci al parcheggio (una sola auto e praticamente zero folla.

      2 bam a persona.. Info point ben organizzato, free wifi ed una mappa dove è possibile vedere anche tutte le attrazioni di Stolac e dintorni.. e non sembrano poche.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-73img_5440.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-87img_3192.jpg





      La necropoli è affascinante.. alcune tombe si trovano anche dall’altra parte della carreggiata ma le tombe sono più o meno simili.
      Forma e incisioni sono le cose che notiamo contraddistinguere questi enormi massi.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-74img_5447.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-75img_3176.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-76img_5444.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-77img_5442.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-78img_5448.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-79img_3181.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-80img_5451.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-81img_3183.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-82img_3184.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-83img_3189.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-84img_3185.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-85img_3191.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-86img_5453.jpg





      Non ci tratteniamo molto.. poco più di 15 minuti e decidiamo di ripartire.. la mappa di Stolac ci ha incuriosito molto, soprattutto per alcuni punti come i mulini, le cascate, la fortezza e le varie case e costruzioni storiche che sembrano contraddistinguere questa piccola cittadina.

      Stolac è un piccolo borgo e la prima immagine che compare arrivando è la città vecchia (stari grad).

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-88img_3194.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-89img_3199.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-90img_3198.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-91img3195.jpg





      Non abbiamo idea su come muoverci e così, il primo giro, dopo aver superato il ponte, ci porta ad attraversare il centro storico.
      Proseguendo ci ritroviamo nuovamente sulla statale e decidiamo di lasciare l’auto in un parcheggio appena fuori dal ponte.
      In questa zona ci sarebbero già alcune case stroiche (kuca) e dei piccoli salti d’acqua che qui chiamano Benat waterfall (un po’ esagerati).

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-92img3201.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-93img_5460.jpg





      Quando siamo nei pressi dell’incrocio decidiamo di seguire il corso del fiume Bregava.. ci è sembrato, infatti, che la parte più interessante, almeno per i nostri gusti, si trovi appunto in questa zona.. prime fra tutte le cascate.

      Il castello ci sembra carino ma forse richiede un po’ troppo tempo, oltre al fatto che l’ora ed il caldo non sono fattori che invitano a fare la piccola scarpinata per arrivare su.. oltre al fatto che ci aspetta ancora la visita a Blagaj.

      Prima di muoverci lungo il fiume, ci soffermiamo in una zona dove ci sono diverse costruzioni con tanto di targa e descrizione che le classifica di interesse storico.. ma le ritroveremo al ritorno e così decidiamo di non restare troppo tempo e proseguire in direzione delle cascate che, a prima vista, secondo la nostra mappa, non dovrebbero essere troppo lontane.

      La giornata è bella e il sole si fa sentire.
      I ponti in pietra ed i mulini sono tra le cose più affascinanti che incontriamo seguendo il corso del fiume.
      Ugualmente (forse) importanti ma certamente meno appariscenti una serie di case con origini antiche, la cui denominazione è collegata soprattutto alla famiglia, così come qualche moschea e chiesa.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-94img_5461.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-95img_3203.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-96img_3202.jpg





      Dopo circa mezz’ora abbiamo i primi dubbi sul punto in cui si trovano le cascate.. eppure alcuni minuti prima avevamo visto un gruppo di ragazzi camminare nella stessa direzione con tanto di asciugami al collo.

      Andiamo ancora avanti e troviamo un punto con piccoli salti d’acqua e persone intente a rinfrescarsi.. ma non possono certamente essere le cascate.. avevamo visto immagini di tutt’altra dimensione.
      Forse abbiamo sbagliato i calcoli e, a questo punto, non abbiamo idea di quanto ancora manchi prima di raggiungerle.. la decisione è retro-front.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-97img_5467.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-98img_5470.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-99img_5469.jpg





      I ponti e alcune case (tekija) ci portano a fare qualche altra sosta finchè, superato il ponte Inat (uno dei più antichi, in pietra), ci ritroviamo nei pressi della piazza del Comune.


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-100img_3206.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-101img_5477.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-102img_3204.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-103img_5479.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-104img_5478.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-105img_3208.jpg





      Da queste parti, secondo la mappa, ci sono altre attrazioni quali la torre dell’orologio, la Sarica Kuca (forse una delle più famose), ed altre “case” che oggi sono soprattutto sedi di attività commerciali come negozi o ristoranti.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-106img_5483.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-107img_5485.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-108img_5488.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-109img_5491.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-110img_5493.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-111img_3212.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-112img_5497.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-113img_5500.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-114img_5501.jpg





      Proseguiamo lungo la strada che porta al centro storico.
      Un piccolo parco, qualche altra costruzione “storica”, una vecchia moschea e qualche altro monumento non sono fonte di ispirazione per trattenerci ancora.. la sorgente del fiume Una e le altre cose che abbiamo letto su Blagaj, oltre al fatto che sulla strada si può sempre trovare qualche piacevole sorpresa, ci portano a tornare verso la macchina e ripartire..
      Giusto il tempo di concederci un break per finire la frutta che avevamo comprato a Pocitelj questa mattina.. con tanto di “abbuffata” di fichi.. speriam bene.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    9. #24
      L'avatar di pollon74
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta
      Post
      2,623

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      Noi abbiamo dormito a Stolac, in una stupenda casa storica patrimonio unesco davvero bella. Ci è piaciuto fare un giro la sera, al castello siamo saliti il mattino, c'è una bella panoramica. In realtà la cascata c'era, si vede dal terrazzino di un ristorante ma non è sicuramente una cascata come intendete voi!!!
      Cinzia
      Le mie foto: https://www.flickr.com/photos/94604930@N07/collections/ piano piano...
      Il mio sito (da aggiornare):
      www.oltrelacollina.info



      Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


    10. #25
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Blagaj


      16 agosto - Blagaj



      Da Stolac, i chilometri per raggiungere Blagaj non sono molti (circa 30) ma non vogliamo far le corse..
      In realtà, uno scherzo del navigatore, ci porta ad impiegare più tempo del previsto, visto che ci indirizza verso alcune strade di campagna, alcune veramente strette, sterrate, e senza alcuna indicazione.
      Pensiamo ad un certo punto di esserci persi e, proprio quando siamo pronti a tornare indietro, vediamo in lontananza un minareto ed alcune case.. motivo per proseguire e, alla peggio, chiedere informazioni.

      Alla fine riusciamo comunque ad immetterci sulla via principale e, dopo circa un’ora, siamo alle porte di Blagaj.. anche qui vediamo in alto il castello, ma il nostro punto di riferimento è il fiume Buna dove però non sembra possibile arrivare in auto, se non con qualche permesso particolare.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-115img_3214.jpg




      C’è il parcheggio.. e una passeggiata (per ora in discesa) non sarà un problema..

      Blagaj è una delle località più famose e conosciute di questa zona ma anche dell’intera Bosnia.. oltre alle varie attrazioni (anche se il motivo principale è appunto la tekija) da queste parti sembrano esserci ristoranti molto rinomati per il pesce (di fiume) e per il classico agnello arrosto.

      Parcheggiamo e ci incamminiamo in discesa verso il fiume, incontrando nella prima parte soprattutto bancarelle di souvenir.

      Primo impatto molto accattivante, soprattutto quando ci troviamo sul ponte da cui si vede la grotta da cui nasce il fiume (vrelo) Buna, la tekija ed i tanti ristoranti.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-116img_3215.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-117img_3250.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-118img_3251.jpg




      Il barbecue dii quello che si trova proprio sotto la tekija ci inebria con un forte odore di agnello arrosto.. immagine invitante, complice anche l’ora, anche se questo “profumo” non è comunque tra i più gradevoli.. la curiosità ci sarebbe ma meglio andare avanti e visitare questa casa di oltre 500 anni, costruita dai dervisci e rimasta più o meno uguale nella struttura.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-119img_3220.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-120img_3221.jpg





      L’ingresso in questa che è una delle attrazioni più famose di tutta la Bosnia (qui in realtà siamo in Herzegovina), è a pagamento (5 bam) ma ne vale davvero la pena.

      Niente scarpe, velo per il capo e le parti scoperte per le donne così come per gli uomini in shorts.. tutto nel rispetto delle tradizioni.

      Il primo punto in cui ci fermiamo è una serie di tre gradini che praticamente portano nell’acqua e da cui si vede bene il fiume e la grotta della sorgente.. nella parte bassa sono anche un po’ scivolosi ed essendo un punto piuttosto stretto bisogna guadagnarsi il proprio turno, sperando che altri non si trattengono ad oltranza..
      il sole rende l’acqua del fiume di un colore tra lo spettacolare ed il meraviglioso.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-121img_5508.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-122img_5514.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-123img_3223.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-124img_5509.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-125img_5515.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-126img_3227.jpg





      Entriamo per vedere gli interni della casa, davvero molto belli.
      La maggior parte delle camere più interessanti è nella parte superiore.. arredamenti, decorazioni, soffitti, ricami e soprattutto, immancabile, ancora la vista sulla orgente, sul fiume e su questo specchio colorato che si vede da quasi tutte le finestre.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-127img_3228.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-128img_5523.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-129img_5517.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-130img_3231.jpg

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-131img_5524.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-132img_5525.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-133img_5527.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-134img_5528.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-135img_3241.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-136img_5530.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-137img_5532.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-138img_3244.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-139img_5534.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-140img_5540.jpg





      Finito il giro nella tekija, andiamo verso il ponte visto che dall’altra parte del fiume c’è il sentiero che porta fino all’ingresso della grotta.
      L’odore delle cucine dei vari ristoranti lungo il fiume è davvero inebriante ed è una vera e propria tentazione di mettersi a sedere.

      Proseguiamo verso la grotta che si può visitare con una piccola gita di pochi metri in barca.
      C’è tanta gente che sembra in attesa del proprio turno e non abbiamo voglia di aspettare.. magari meglio fare altri quattro passi nei dintorni, lungo il fiume e vedere qualche altra cosa di Blagaj di cui abbiamo letto e sentito parlare.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-141img_5544.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-142img_5549.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-143img_5553.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-144img_5552.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-145img_3259.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-146img_5556.jpg





      E così, dopo esserci fermati qualche minuto per goderci la vista della tekija, delle piccole rapide e della fonte torniamo indietro per riattraversare il ponte e dirigerci verso il parcheggio visto che in realtà, in questa zona, le cose principali sono quelle appena viste.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-147img_5561.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-148img_5563.jpg





      Ritorno in leggera salita ma, caldo a parte, molto abbordabile.
      Lungo la strada ci sarebbe anche la Velagicevina, una specie di casa-museo.. una corda indica però che non è possibile entrare ma forse non ci siamo persi molto.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-149img_5564.jpg




      L’ultima immagine che ci lasciamo è il castello anche se, prima di lasciare Blagaj, non potevamo non fare un giretto in auto ed un passaggio rapido da altri punti, più o meno famosi, come alcuni ponti, la moschea e un paio di chiese tra cui quella ortodossa che forse avrebbe meritato anche una visita.
      Alla fine però, l’impressione di qualcosa simile ad altre chiese già viste, ci fa proseguire per riprendere la statale verso Mostar, sperando questa volta di non fare l’errore dell’andata.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-150img_5569.jpg




      Ed infatti la strada che percorriamo è molto più semplice e diritta.. niente deviazioni o scorciatoie strane.. le indicazioni e il navigatore ci mostrano il percorso tutto sulla strada principale.
      Rifornimento alla nostra super car, l’occasione per fermarci anche ad un supermarket e fare un po’ di spesa (soprattutto bibite fresche, acqua, biscotti e snacks vari) da tenerci già a portata di mano, senza dover cercare market in città. Non ci resta che proseguire verso la nostra guest house.

      Giornata abbastanza intensa ed un po’ di stanchezza si sente.. un po’ di relax in camera ci sta prima di uscire per fare un giro e decidere magari un bel posticino per la cena.
      Ma altro che relax.. crolliamo però in un sonno profondo e ci risvegliamo dopo circa un’ora.

      Usciamo con l’idea di fare un giuro ed andiamo verso la zona del ponte ma sul più bello, un paio di tuoni e vien giù un gran temporale.
      Troviamo riparo sotto l’arco di una delle torri del ponte.. c’è anche chi continua a muoversi sotto la pioggia.. ma è troppo forte ed infatti, in pochi minuti, si creano pozze e rivoli d’acqua che vengono giù dal ponte.. classico temporale estivo, insomma.
      Appena l’intensità dell’acqua diminuisce ricominciamo a muoverci.. meglio tornare in camera e poi provare a uscire più tardi per cena.

      Il ticchettio dell’acqua non smette.. per fortuna i locali hanno orari più vicini alle nostre abitudini, possiamo attendere ancora e magari ingannare il tempo cominciando a sistemare un po’ di bagagli in vista della partenza di domani e magari fare un salutino a casa.

      E purtroppo questo si rivela uno dei momenti più tristi del viaggio (lo sarà poi anche oltre), che ci porterà poi ad anticipare il rientro.
      La classica telefonata di saluto a casa diventa un bollettino medico.. mio padre è in ospedale per un improvviso calo glicemico.. mi dicono comunque di non preoccuparmi.. ed io sul momento mi tranquillizzo, anche perché riesco anche a fare due chiacchiere con lui.. la voce è debole ma mi dice di non preoccuparmi.

      Questo ed il meteo non rendono questa come una delle serate più belle.. e così, anche se ha smesso di diluviare, facciamo solo una breve passeggiata ed una veloce, e peraltro non eccezionale, cena prima di rientrare in camera e terminare questa giornata che comunque ci ha permesso di vedere alcuni posti veramente molto belli.

      Domani visita di Mostar e poi partenza per Konjic, attraversando la zona di Jablanica e dei laghi.



      (ndr. Posso già dire che in realtà le cose non stavano proprio come raccontate per telefono.. il fatto era avvenuto già la sera del 14 e in realtà si trattava di un ictus che quel calo glicemico ha causalmente permesso di scoprire.. ma la verità mi verrà detta soltanto qualche sera dopo, con relativa decisione di ripartire subitoper casa..
      e purtroppo, per una beffa del destino, dopo essersi ripreso perfettamente da quell’ictus, all’improvviso e per “capricci” del suo cuore, dal 23 aprile mio padre potrà seguirmi nei prossimi viaggio solo da lassù… ed è anche il motivo per cui non sono stato molto presente anche qui
      ).



      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    11. #26
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      E questo è l'itinerario di giornata.. un piccolo e facile loop intorno a Mostar

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-151giorno-4.jpg
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    12. #27
      L'avatar di Leia74
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Utenti Link Autorizzati
      Post
      7,273

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito

      Non sapevo di tuo padre, mi dispiace molto...
      Foto: http://sabrinastravels.shutterfly.com
      Sab + Balza :) Last: Mongolia, New York + Boston, Bretagna e Normandia. NEXT: Svezia!



      Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


    13. #28
      L'avatar di giluna
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta
      Post
      817


      Predefinito

      Nemmeno io. Un abbraccio!
      Giulia




    14. #29
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Mostar


      17 agosto 2018 - Mostar

      Giornata abbastanza libera.. nessun programma o appuntamento se non raggiungere Konijc dove abbiamo prenotato la nostra guest house per la notte.

      Konjic non è stata una scelta casuale.. si trova infatti in una posizione che ci dovrebbe permettere di avere più alternative in caso di imprevisti tipo il cattivo tempo e che abbiamo deciso non sapendo, al momento della prenotazione, se fossimo riusciti a fare il loop nei dintorni di Mostar in un solo giorno ma in soprattutto in previsione del passaggio da Lukomir e Umoljani visto che, per raggiungerli, la strada non è delle migliori trattandosi di sterrato. La presenza da queste parti di altre località come i laghi Jablanicko e Boracko, del parco Blidinje e di alcune montagne dove poter trascorrere qualche ora ci ha indirizzato verso questa piccola cittadina che comunque, da quel che abbiamo letto, non dovrebbe essere male.

      Prima di partire, però, ci aspetta un bel giro per Mostar, famosa soprattutto per il ponte ma che sembra offrire tante altre attrazioni e luoghi interessanti da vedere e visitare.. motivo in più per non fare programmi visto che non sappiamo l’ora di partenza ma soprattutto considerato che i chilometri da percorrere oggi saranno 70/80.

      Per capire un po’ come muoverci la mappa si rivela abbastanza utile, soprattutto per i vari punti indicati.
      Non abbiamo un’idea precisa sulle cose da vedere ma di certo la prima direzione sarà il ponte ed il centro.. il resto ce lo godremo semplicemente passeggiando e seguendo il nostro istinto.

      Il ponte è certamente il luogo dove si fermano tutti i turisti, ma è ancora presto e non c’è ancora la folla.. da qui proseguiamo per le varie strade che portano verso la parte oltre il bazaar, prendendo come punti di riferimento due strade, la Brace Fejica, lungo la quale ci sono tante cose da vedere e la Marsala Tita (un nome presente praticamente in ogni cittadina).

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-1img3260.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-2img3263.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-3img3266.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-4img3271.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-5img5575.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-6img3270.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-7img3276.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-8img3275.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-9img5580.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-10img5583.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-11img5584.jpg






      La zona al di là del ponte, dove si trova appunto il famoso Bazaar, è ancora priva di vita.. il vantaggio di potersi muovere meglio anche se la presenza delle persone rende un mercato sempre più affascinante.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-12img5586.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-13img5585.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-14img3277.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-15img_3278.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-16img5589.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-17img5590.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-18img082010.jpg





      Passeggiando ci fermiamo nei punti che più ci incuriosiscono, tra musei, moschee ed altri edifici spesso indicati come veri e propri monumenti.. e, seguendo la mappa, deviamo verso il fiume ogni volta che c’è la possibilità visto che i ponti sul Neretva, oltre al famoso Stari most, sono una delle caratteristiche di Mostar. Alcuni hanno nomi e storie particolari, tutti però sono stati ricostruiti dopo le guerre che hanno devastato questo Paese.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-19img3289.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-20img_3290.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-21img5594.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-22img3291.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-23img3294.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-24img5601.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-25img3296.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-26img3297.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-27img3298.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-28img5596.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-29img5603.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-30img5605.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-31img5608.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-32img5613.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-33img5615.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-34img5614.jpg






      L’itinerario è un molto random ma, insieme ad alcuni luoghi famosi come i bagni turchi ristrutturati anche grazie al contributo italiano, scopriamo alcune costruzioni che non sono tra quelle indicate sulla mappa come un grande centro commerciale semi distrutto, la biblioteca, e qualche chiesa e moschea che si trovano un po’ più decentrate rispetto alle vie del centro.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-35img5624.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-36img5618.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-37img5621.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-38img5622.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-39img5626.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-40img5627.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-41img5629.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-42img5630.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-43img5640.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-44img3302.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-45img3303.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-46img3301.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-47img5637.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-48img5645.jpg






      E tra le tappe non poteva certo mancare il mercato (uno dei luoghi migliori per capire meglio usi e costumi delle persone) che praticamente avevamo prima superato senza accorgercene, fermandoci poi in un paio di bar ed una pekara che si rivela un punto in cui viene messa a dura prova la forza di volontà, viste alcune sfiziosità che vediamo esposte in vetrina.

      Il mercato non è lontano da una delle varie e famose “kuca” di Mostar.. da qui risaliamo così verso la zona (per noi) alta della città per poi tornare verso il ponte e riattraversare il bazaar che questa volta si presenta con tutti la folla di turisti che praticamente continua fino al ponte dove trovare un po’ di spazio per una foto è ora un po’ più difficile.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-61img3325.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-58img3321.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-59img3323.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-60img3324.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-49img3307.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-50img5651.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-51img3308.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-52img3309.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-53img3310.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-54img3316.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-55img3315.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-56img3318.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-57img5658.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-62p8170003.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-63img3326.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-64img3327.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-65img_3337.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-66img3335.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-67img3342.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-68img104033.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-69p8170007.jpg






      Superato il ponte, scendiamo verso la spiaggia.. ci eravamo goduti la vista del ponte in notturna, ma anche ora è molto affascinante, soprattutto per il colore dell’acqua, il contesto delle altre costruzioni intorno come torri e moschee e la vista del Lucki most che avevamo raggiunto prima, quasi senza accorgercene, camminando sull’altro versante.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-70img3347.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-71img105458.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-72img3350.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-73p8170016.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-74img3352.jpg





      Risaliamo e non lontano c’è il Crooked bridge, un altro ponte abbastanza famoso che passa sopra il torrente Radoblja.. abbastanza carino e curiose anche le costruzioni in pietra che vediamo nei dintorni.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-75img3355.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-76img3357.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-77p8170019.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-78img3372.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-79img3368.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-80img3373.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-81p8170020.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-82p8170021.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-83img3377.jpg





      La passeggiata per le vie del centro praticamente finisce qui.. risaliamo lungo un vicolo che praticamente sbuca nei pressi del ristorante della prima sera e, dopo esserci concessi una bella bibita fresca comodamente seduti, torniamo verso la guest house per riprendere l’auto e ripartire.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-84p8170028.jpg





      Le altre zone di cui avevamo sentito parlare, o letto, diventano delle mini tappe di un giro in macchina che decidiamo di fare prima di lasciare Mostar.. un paio di quartieri soprattutto, in particolare nella zona della Spanish square.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-85img3380.jpg




      Da qui non ci resta che andare verso l’ultima tappa di questo city tour, Mali kuk, uno dei punti panoramici per vedere la città e la collina sul versante opposto del fiume.

      L’unica certezza è che dovremo percorrere qualche strada in salita e trovare la deviazione giusta non è facile.. l’intuito però ci aiuta e seguendo anche il navigatore, individuiamo la strada, dal nome quasi impronunciabile, che sale fino a questo punto panoramico.. un piccolo spazio dove parcheggiare ci da l’idea di essere arrivati.. da qui si vede tutta Mostar ma non c’è alcuna indicazione.. Mali Kuk o no, decidiamo che come punto va bene questo.

      Vediamo le varie zone di Mostar, alcune che spiccano di più come i minareti delle moschee, l'alto campanile della chiesa, i segni degli edifici distrutti, il cimitero dei partigiani e la collina.. ma anche alcuni punti che non avevamo raggiunto o che passeggiando ci erano sfuggiti.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-86p8170030.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-87img3391.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-88img3393.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-89p8170031.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-90img3395.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-91img3396.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-92img3398.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-93img3403.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-94img3401.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-95img3406.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-96img3408.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-97img3407.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-98img3409.jpg





      Tutto sommato il panorama, pur non essendo tra quelli più incantevoli, non ci è dispiaciuto..
      Non ci resta che rimetterci in auto e ripartire in direzione Konjic.. chissà che attraversando questa zona di monti e laghi non ci scappi qualche altra sorpresa.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    15. #30
      L'avatar di Gagio
      <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
      Menù Principale

      staff
      Post
      3,066

      Paesi Visitati
      MAPPA

      Predefinito Jablanica e strada panoramica


      Da Mostar a Konjic, che bella strada



      Il Mali kuk è molto vicino all’inizio della strada per Sarajevo, quella che dovremo percorrere per raggiungere Konjic.
      Ripartiamo così da Mostar con la statale che praticamente quasi sempre costeggia il fiume.
      Il paesaggio intorno diventa sempre più interessante.. questa strada è molto piacevole e ci sono scorsi e panorami molto belli e suggestivi.. in parte dovuti anche al contrasto di colori tra montagne vegetazione, il fiume e, poco avanti, il lago Jablanica.

      Abbiamo tutto il tempo per goderci questo viaggio e così decidiamo di concederci non solo qualche sosta ma anche qualche deviazione, secondo l’ispirazione del momento.

      La tentazione arriva quasi subito, quando vediamo alcuni banchi con della frutta che ci ispirerebbe a fare un pò di spesa, ma andiamo oltre e così la prima deviazione è al ponte Branolaca Dreznice..
      chissà perché decidiamo di svoltare ed attraversarlo.. complice la vista di alcune particolari costruzioni che intravediamo dall’altro lato del fiume ed un verde-azzurro dell’acqua che ci attira molto.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-1img3411.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-2img3418.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-3img3419.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-4img3421.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-5img3426.jpg





      Ci fermiamo così in alcuni punti per ammirare il fiume ed alcuni scorci di paesaggio.. percorso qualche chilometro, quando la strada comincia a districarsi più verso l’interno, decidiamo di tornare indietro e fermarci nei pressi del ponte.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-6img3427.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-7img3430.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-8img3429.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-9p8170034.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-10img3431.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-11p8170041.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-12p8170038.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-13img3443.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-14img3439.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-15img3447.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-16img3451.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-17img3453.jpg






      Da qui ci rimettiamo sulla statale.. superata la centrale idroelettrica, attraversiamo un altro ponte trovandoci da questo punto in poi il fiume sul lato destro.

      Paesaggio ancora più bello quando praticamente ci troviamo con le pareti di roccia su entrambi i lati, quasi come ad attraversare un piccolo canyon.. le striature le rendono ancor più curiosi e particolari.

      Questo paesaggio ci accompagna finchè non raggiungiamo un altro punto, in prossimità di un ponte della ferrovia ben visibile, abbastanza frequentato soprattutto per la presenza di un famoso ristorante (al solito per l’agnello arrosto), il Komadinovo vrelo, ma anche perché c’è una l’omonima sorgente.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-18img3454.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-19img3457.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-20img3461.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-22img3467.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-23img3469.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-24img3471.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-25img3473.jpg






      Qualche chilometro e vediamo la scritta del cartello Jablanica, una delle località dove abbiamo programmato una sosta, soprattutto per vedere il ponte crollato ed il museo che rievoca una famosa battaglia durante l’occupazione nazista.

      Attraversiamo praticamente tutta Jablanica prima di tornare indietro e cercare dove parcheggiare per fare poi il nostro giretto.
      La presenza di alcune bancarelle e chioschetti con del cibo, come al solito, attira la nostra attenzione.. praticamente una piccola strada che si trova accanto al parco proprio di fronte al museo.. la percorriamo superando il ponte e lasciamo l’auto sull’altro versante del fiume, accanto ad una casa privata che si trova non lontano da un’altra costruzione che sembra un bunker.

      Ci incamminiamo verso il museo ed abbiamo la prima vista del ponte crollato.. andando avanti vediamo che nel parco ci sono una locomotiva, qualche cannone ed alcuni piccoli monumenti.. ma la cosa che ci interessa è il ponte..
      si può scendere verso il fiume lungo un breve sentiero che praticamente ci porta proprio di fronte.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-26p8170042.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-44img_3501.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-45img_3498.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-27img_5659.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-28img_3483.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-29img_3484.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-30img_5665.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-31img_5666.jpg





      Prospettiva diversa e molto suggestiva.. ma bello anche il contesto soprattutto per il colore dell’acqua che, con i raggi del sole, assume un colore tra l’azzurro ed il turchese.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-32img_3487.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-33img_3490.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-34img_3489.jpg





      Avvicinandoci vediamo che il museo è chiuso.. un giro nel parco e decidiamo così di concederci un caffè al bar appena sopra. Poi ancora un altro giro nei dintorni e torniamo verso l’auto.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-35img_5672.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-36img_3492.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-37img_5675.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-38img_3496.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-38mg_3494.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-40img_3507.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-41img_3509.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-42img_3513.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-43img_3500.jpg





      Ripartiamo ma non andiamo diritti verso la statale.. decidiamo infatti di seguire per un breve tratto questa stradina che costeggia il fiume.. tra lo sguardo incuriosito di qualche indigeno, ci troviamo praticamente in aperta, o meglio, chiusa campagna.. meglio tronare indietro.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-46img_3504.jpg





      Prima di lasciare definitivamente Jablanica, la curiosità ci porta a fare un paio di deviazioni nelle strade laterali.. ma incrociamo una chiesa e, verso la fine della città, il palazzo del comune dove però, a parte un piccolo parco, un monumento e la moschea, non c’è molto da vedere.

      Proprio qui ci sarebbe anche la deviazione che porta fino al parco Blidinje.. un attimo di tentazione ma forse è troppo tardi.. meglio proseguire verso Konjic e magari fermarci nella zona del lago che dovremmo trovare tra circa 10 chilomteri.

      All’altezza di Ostrozac, la curiosità e le indicazioni del lago ci portano a fare l’ennesima deviazione, anche se non abbiamo idea di dove questa strada possa condurre..
      magari ci sarà qualche punto dover fermarci e fare una passeggiata sul lago.

      In realtà non è proprio così.. non vediamo un vero e proprio lungolago.. forse avanti. E così proseguiamo finchè non incrociamo un ponte che si può attraversare però a senso alternato.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-47img_3518.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-48img_3519.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-49img_3522.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-50img_3524.jpg





      La strada non è più a livello del lago ma le indicazioni di noleggio barche, B&B e ristoranti ci fa capire che comunque è una zona turistica.

      Continuiamo su questa strada cercando magari un punto che possa portarci sulle rive del lago ma, dopo qualche chilometro, vediamo qualche goccia d’acqua sul parabrezza.. inizia una leggera pioggerellina che diventa sempre più forte.. a questo punto non ha senso andare avanti.. non ci resta che invertire la marcia.

      La pioggia cessa dopo qualche minuto e così, appena dopo il ponte, ci fermiamo in uno dei punti dove c’è un po’ di vista , nei pressi di un ristorante.. lago ok, ma non è un panorama di quelli indimenticabili.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-51img_3528.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-52img_3531.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-53img_3533.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-54img_3530.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-55img_3539.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-56img_3541.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-57img_5682.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-58img_5684.jpg





      Torniamo sulla statale con il lago che continua ad accompagnarci.. qualche cartello ed un altro ponte ci ispirano un’altra deviazione all’altezza di Celebici.
      Anche qui però, a parte l’attraversamento del lungo ponte, l’altro versante non sembra avere punti affascinanti o particolari.

      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-59img_3543.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-60img_3548.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-61img_3549.jpg


      Bosnia-Erzegovina 2018, un'altra piacevole scoperta-62img_3550.jpg





      Il cielo che tende a restare coperto, con qualche goccia d’acqua che va e viene, ci portano a proseguire da qui direttamente fino a Konjic… magari potremo dedicare qualche minuto in più a questa cittadina che non dovrebbe essere male.. lo scopriremo tra qualche chilometro.
      Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte (E.A.Poe)

      Diari: Bosnia 2018 - California2018 - Ecuador-Galapagos2017 - Uganda2016 - Slovacchia2016 - Madagascar2015 - Perù-Bolivia2014 - Real America e West USA2013 - Sudafrica 2012




    Tag per Questa Discussione

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  
    Privacy

    ForumViaggiatori.com
    di Claudio Bonà
    Partita IVA: 06207570968

    Seguici su: