[30.04.2021] ForumViaggiatori.com CHIUDE !
----------------------------------------------------------------------
Non ci sono parole se non per ringraziare tutti voi di tutto l'affetto dimostrato dal 2006 ad oggi.
A fine mese ForumViaggiatori.com chiuderà ma vi augura di tornare a viaggiare in ogni angolo del mondo.

 


GRAZIE

 

Coperto il 0% delle SPESE mensili SERVER275
 
-
 

               

Generico

  Italia   Europa   Nord
America
  Centro
America
  Sud America
Antartide
  Asia   Africa   Oceania  

LINK

 

LINK

SCONTI &
Convenzioni
  FiveSenses
ANTIGUA
Caraibi
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE
  SPAZIO
DISPONIBILE


Grazie Grazie:  0
Mi Piace Mi Piace:  13
+ Login o Registrati per inviare un messaggio
Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 50
  1. #1
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore

    Continua il recupero di foto da sviluppare/diari dei viaggi rimasti in arretrati: stavolta tocca al Giappone, fine marzo del 2017.
    Il Giappone non mi aveva mai ispirato tanto e quindi non l’avevo certo ai primi posti dei luoghi da vedere.
    Però, a maggio del 2016, una coppia di amici ci ha chiesto se ci andasse di organizzare un viaggio proprio lì insieme a loro. Ho accettato a patto però di andare nel periodo della fioritura dei ciliegi.
    E così, con ampio anticipo, è cominciata la fase di programmazione.

    Nell’attesa di trovare dei voli a prezzi buoni o almeno accettabili, ho cominciato a studiare e ho trovato, come al solito, molte idee dalla lettura qui su FV dei diari di chi c’era già stato. Ma soprattutto mi hanno aiutato i tanti amici di FV che hanno risposto alle domande che via, via mi venivano in mente.
    Ad un certo punto, anticipando di un giorno la data che avevamo scelto per la partenza, ho trovato un prezzo più che accettabile: 561,51 euro A/R Roma-Tokyo, volo diretto con Alitalia.
    Una volta presi i voli la programmazione è entrata nella fase più concreta, abbiamo scartato la zona del monte Koya che mi stimolava abbastanza perché richiedeva troppo tempo per gli spostamenti, rinunciato al monte Fuji a vantaggio di una notte a Miyajima e alla fine l’itinerario si è consolidato.
    Qualche tempo prima della partenza sono andato alla H.I.S., un tour operator giapponese, che ha una sede a Roma per acquistare, ritirandolo direttamente, il JRP per tutti e quattro e per prenotare alcuni spostamenti n bus.
    Ho anche prenotato tramite loro un “pocket WI-FI”.

    Era ormai più o meno tutto pronto e le previsioni sulla fioritura visibili sui siti dedicati al "Cherry Blossom Forecast" erano abbastanza confortanti, quando una compagna di palestra di Alda le ha fatto cadere un peso da due kg sull'alluce.
    La sera stessa, visto che il dolore era forte, siamo andati al pronto soccorso le hanno diagnosticato una piccola frattura alla base dell'unghia. Secondo il medico sarebbe potuta partire lo stesso, però abbiamo passato un paio di giorni in preda ai dubbi. Questo perché il piede le faceva molto male, soprattutto camminando e il programma del viaggio di camminate ne prevedeva un bel po’!
    Se fossimo stati solo noi due, probabilmente avremmo deciso di non partire visto che, grazie all’assicurazione sull’annullamento del viaggio che avevo stipulato, almeno non avremmo avuto danni economici.
    Però l’assicurazione copriva anche me in quanto coniuge ma non copriva i nostri amici e quindi loro sarebbero stati praticamente obbligati a partire lo stesso ma ci dispiaceva farli andare da soli.
    Comunque dopo un paio di giorni il dolore è un po’ diminuito e, contemporaneamente, ho trovato un posto, appena fuori Roma, che vendeva una scarpa ortopedica che faceva proprio al caso nostro, e quindi siamo partiti felicemente, anche se un po’ preoccupati.

    Devo dire che la condizione di “infortunata” di Alda ci ha molto agevolato in aeroporto. Un’addetta ci è venuta a prendere con una sedia a rotelle ai banchi del check-in e ci ha fatto saltare tutte le file facendoci passare per percorsi dedicati, sia per il controllo del bagaglio a mano, sia dei passaporti,
    Mentre l’aereo si abbassava in vista dell’aeroporto, dai finestrini si vedevano i campi tutti coperti di bianco. Neve???!!! Ma i ciliegi?
    Scesi dall’aereo all’aeroporto di Tokyo Narita, troviamo ad attenderci l’equivalente giapponese dell’addetta alle persone con problemi deambulatori.
    Diciamo che il livello di professionalità giapponese si è mostrato più elevato. Non che l’addetta italiana abbia assolto male il suo compito, però, per quasi tutto il tempo, è stata a parlare al cellulare mentre spingeva la carrozzella.
    Invece la signorina giapponese è stata molto premurosa e ci ha accompagnato aiutandoci nel salone antistante le porte di uscita a trovare il desk del Limousine bus, sistema che avevamo scelto per andare dall’aeroporto al nostro hotel.
    Tralasciando i taxi, la scelta per arrivare a Tokyo era tra tre alternative. La prima era prendere il Narita Express, più una metro e un pezzo a piedi, l’abbiamo però scartata perché era conveniente solo se coperta dal JPR che però avevamo deciso di far partire dopo qualche giorno dall’arrivo.
    La seconda possibilità prevedeva di prendere la Kaisei Skyliner, fino alla stazione di Nippori, da qui nuovamente metro e un pezzo a piedi.
    Alla fine, prima di partire, avevamo scelto il Limousine bus perché, pur a front edi tempi di percorrenza meno certi in relazione al traffico, sembrava la soluzione più comoda perché ci avrebbe lasciato davanti ad un albergo a circa 8 minuti a piedi dal nostro, quindi senza la necessità di prendere una metro carichi di valigie.

    E così, cambiato al desk il voucher che avevo acquistato a Roma alla H.I.S., siamo usciti da una delle porte del salone degli arrivi in corrispondenza alla fermata del nostro Limousine bus. L’accoglienza che fa Tokyo non è delle migliori: piove, c’è un forte vento e un termometro indica che ci sono solo 3,1 gradi, brrr…
    Dopo una ventina di minuti al freddo arriva il bus che riparte alle 13. C’è molto traffico e ci mettiamo quasi due ore per arrivare alla fermata davanti all’hotel Metropolitan, il punto più vicino al nostro hotel.
    Scendiamo e, con l’aiuto di una piantina che mi ero fatto con Google Maps, ci avviamo a piedi. Dopo un po’ che ci trasciniamo dietro le valigie, decido che dovrebbe essere arrivato il momento di prendere una traversa laterale. La direzione è quella giusta però, un ragazzo che mi ha visto intento a studiare la mappa, si offre di accompagnarci fino all’hotel. Non era poi molto lontano, comunque meglio così, è stato gentilissimo.
    Prima prova dell’efficienza giapponese, alla reception, oltre alle chiavi delle stanze, ci consegnano un pacchetto contenente il pocket WI-FI che avevo prenotato prima di partire, insieme alle istruzioni e una busta per riconsegnarlo prima di lasciare il Giappone.
    Il pocket WI-FI si rivelerà molto utile per tutto il viaggio perché consentirà a tutti e quattro, a patto di non essere troppo lontani dal “portatore” dell’apparecchietto (io), di avere sempre la connessione internet attiva. L’unico neo è che verso le 17 quasi sempre la carica è finita ma ho ovviato al problema con un power bank che mi ero portato appresso.
    Dopo esserci sistemati e riposati un attimo, ripartiamo verso le 16,30. Fortunatamente il tempo è migliorato.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6228.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6226-2.jpg

    Prima tappa alla Ikebukuro Station dove cambiamo i voucher JRP nei tesserini veri e propri. Visto che è gratis, ci facciamo anche prenotare tutti i posti a sedere sui treni che abbiamo pianificato di prendere. Visto che i treni sono tanti, mi riempiono di tagliandini, Compriamo anche le tessere SUICA per utilizzare la metro senza dover fare ogni volta il biglietto.
    Sbrigate le “pratiche burocratiche”, cerchiamo di sfruttare quello che resta del pomeriggio e andiamo al sentiero dei ciliegi Chidorigafuchi ryokudo.
    Da quello che avevo letto, si tratta di un sentiero di settecento metri che costeggia il Palazzo Imperiale con circa duecentosessanta alberi di ciliegio che, durante la fioritura, formano un tunnel di petali. Particolare importante che avevo letto, nelle sere dalla fine di marzo per tutto ill periodo della fioritura, i ciliegi sono ancora più suggestivi grazie all'illuminazione che viene accesa dopo il tramonto.
    Sarà che il 27 marzo non è considerato appartenente alla categoria “fine di marzo”, fatto sta che è tutto buio.
    Abbastanza delusi, andiamo al Tokyo Government building e saliamo ad uno degli osservatori. Da qui è possibile vedere un bel panorama delle luci della Tokyo notturna. Peccato per le vetrate che rendono piuttosto difficile fare delle foto decenti, d’altra parte è gratis!


    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6233.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8363-2.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6232.jpg

    Terminiamo la lunga giornata con una cena in un ristorante di sushi che ci ispira.
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  2. #2
    L'avatar di Leia74
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Utenti Link Autorizzati
    Post
    7,491

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Ohhhh Riccardo in Giappone!!!! Non vedo l'ora di vedere le tue foto!!!
    Foto: http://sabrinastravels.shutterfly.com
    Sab + Balza :) Last: Mongolia 2016, New York + Boston, Bretagna e Normandia, Svezia centrale, Parchi Ovest USA, nord Norvegia. NEXT: boh...



    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  3. #3
    L'avatar di giluna
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore
    Post
    843


    Predefinito

    Grazie Riccardo! Con i tuoi racconti, mi fai continuare a sognare
    Giulia




  4. #4
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Arrivano Sabrina, mano a mano che le svilupperò
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  5. #5
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Grazie a te Giulia!
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  6. #6
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Il secondo giorno si presenta con il bel tempo e una temperatura più accettabile.
    Facciamo colazione in hotel con robe un po’ misteriose ma comunque classificabili tra il mangiabile e il buono.
    Prendiamo accordi alla reception per utilizzare il servizio di spedizione bagagli (che in giapponese si chiama “takkyubin”) che utilizzeremo da lì a un paio di giorni.
    Ci spiegano come riempire il modulo e poi cominciano a prendere contatto per noi con la ditta che si occuperà della spedizione.

    Secondo il programma che avevo preparato, oggi seguiremo, più o meno, un itinerario che avevo trovato in rete descritto come “Tokyo in primavera”.
    La prima tappa è al parco Sumida che raggiungiamo con un paio di fermate di metro da Ikebukuro ad Asakusa e con una passeggiata a piedi. Fortunatamente Alda riesce a camminare senza troppi problemi, un po’ pianino ma senza dolore.
    Nella descrizione che avevo trovato l’itinerario era descritto così: “durante il periodo della fioritura, i ciliegi che si susseguono per circa un chilometro lungo le due sponde del Sumida creano un panorama da sogno insieme alla Tokyo SKYTREE, un motivo in più per visitare la zona”.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8366.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6245.jpg

    Purtroppo, i ciliegi sono abbastanza deludenti, ci sono tanti boccioli ma pochi fiori aperti.
    Evidentemente il freddo dei giorni precedenti deve aver rallentato la fioritura.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6247.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6264.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6266.jpg

    Invece la Tokyo Sky Tree, la torre per telecomunicazioni alta 634 metri, è ben visibile.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6237.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6272.jpg

    Il parco è comunque piacevole e ci sono molte coppie di giovani in abito tradizionale con fotografo al seguito. Abbiamo ipotizzato che fossero coppie di sposi ma chi lo sa!

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6252.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6257.jpg


    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6270.jpg


    Finito il giretto nel parco siamo tornati un po’ indietro verso la fermata della metropolitana e abbiamo preso un battello sul Sumida river.
    Un giro piacevole per vedere Tokyo da un diverso punto di vista.


    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8383.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8389.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8391.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6281.jpg


    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8393.jpg

    Il battello ci ha lasciato ai giardini HamaRikiu, un altro luogo consigliato per vedere i ciliegi in fiore.
    Ma qui neanche i boccioli!!! Però anche questo piccolo parco ci ha consentito un giro piacevole.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8395.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8397.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8405.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8413.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8417.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6287.jpg

    Dopo il pranzo in un localino sotto la stazione di Shinjuku, avremmo dovuto vedere un altro parco, lo Shinjuku gyoen, ma abbiamo deciso che, tutto sommato, avremmo potuto farne tranquillamente a meno e siamo invece andati al Meiji Shrine.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8420.jpg

    Il tempio era in parte in ristrutturazione e non c’era poi tanto da vedere però si tratta di un luogo molto piacevole, all’interno di un bosco che nasconde completamente la vista della città.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8426.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8434.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8435_a.jpg

    Un ultimo giretto in una strada piena di vetrine di negozi e poi ce ne torniamo verso l’albergo.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8439.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8442-2.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8445.jpg

    A fine giornata l’app “salute” dell’iphone dice che abbiamo fatto quasi 15 km a piedi, niente male!
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  7. #7
    L'avatar di Leia74
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Utenti Link Autorizzati
    Post
    7,491

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Peccato che i ciliegi fossero ancora in boccio...
    Il giro in battello sul Sumida è stata una delle prime cose che ci hanno portato a fare quando sono andata a vivere a Tokyo. Non avevo ancora girato per niente la città, non ero mai uscita dall'Europa, e il panorama dal battello mi ha fatto letteralmente schifo! Mi ero immaginata edifici storici et similia, ovviamente niente del genere. Quel giorno mi sono detta "ecco perché quando vengono da noi fotografano anche le cose più normali, per loro devono essere bellissime!" Ovviamente poi ho scoperto molte altre cose che per i giapponesi sono normali e che io fotografavo senza sosta
    Foto: http://sabrinastravels.shutterfly.com
    Sab + Balza :) Last: Mongolia 2016, New York + Boston, Bretagna e Normandia, Svezia centrale, Parchi Ovest USA, nord Norvegia. NEXT: boh...



    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  8. #8
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Beh certo, non è che sia una vista incredibile.
    Tuttavia, dato che per i miei gusti non avevo aspettative altissime su Tokyo (e neanche alte a dire il vero...), non sono rimasto deluso
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  9. #9
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Oggi lasciamo, per qualche ora, Tokyo e andiamo a Nikko.
    Nikko è distante circa 140 chilometri e per arrivarci prendiamo tre treni.
    Il primo da Ikebukuro a Omiya, il secondo fino a Utsunomiya e il terzo fino alla meta finale.
    Riuscire a prendere, senza problemi e senza dover correre, tre treni con spostamenti da un binario all’altro e intervalli brevi ci fa apprezzare oltremodo la puntualità delle ferrovie giapponesi!
    Il tempo inizialmente è buono poi si copre e fa abbastanza freddo.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6293-2.jpg

    Considerata la scarsa mobilità di Alda, decidiamo di saltare parte del programma che avevo preparato.
    Ci concentriamo soprattutto sul santuario shintoista di Nikkō Tōshō-gū, patrimonio dell’Unesco.
    Il santuario è composto di diversi edifici decorati con statue e bassorilievi.


    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8456.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8457.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8459.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8461.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8462.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8464.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8473.jpg

    Purtroppo, ci sono anche tante scale da salire e ad un certo punto Alda si arrende e si ferma ad aspettare che finiamo la visita.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8481_bn.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8484.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8487.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8491_a.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8499.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8522.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8523.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-dsc_6300.jpg

    Andiamo a vedere anche il Taiyuinbyo e terminiamo la visita di Nikko con una sosta al ponte Shinkyo, il ponte sacro che attraversa con un aggraziato arco il fiume Daiya-gawa.


    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8534.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8537.jpg

    Poi, visto che siamo abbastanza stanchi e infreddoliti, anticipiamo un po’ il ritorno a Tokyo spostando le prenotazioni che avevamo.
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  10. #10
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Oggi bella giornata di sole! Dopo colazione lasciamo le valigie alla reception in modo che ce le spediscano direttamente all’hotel che abbiamo prenotato a Hiroshima.
    Lasciamo in deposito anche gli zaini dove abbiamo messo quello che ci servirà per i prossimi tre giorni in cui saremo senza valigie.
    Per quest’ultima mattina a Tokyo abbiamo in programma, come prima cosa, la visita del Senso-ji, il più antico tempio della città. Per arrivarci , andiamo alla ormai familiare stazione di Ikebukuro e, dopo un cambio a Ueno, scendiamo alla stazione di Asakusa.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8546.jpg

    Dopo una camminata a piedi, attraversiamo la porta di Kaminarimon e ci troviamo nel Nakamise Dori, un affollato viale fiancheggiato ad ambo i lati da negozietti di souvenir e cibarie di vario tipo.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8550.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8554.jpg

    Alla fine di questo viale si attraversa la porta di Hozomon e si entra nel tempio vero e proprio.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8560.jpg

    Il Senso-ji è un tempio buddista, davanti all’ingresso c’è un grande braciere dove bruciano bastoncini di incenso.
    Come rito di purificazione, i visitatori, prima di entrare nel tempio, immergono le mani nel fumo.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8579.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8573_bn.jpg

    Fuori del tempio abbiamo il piacere di vedere ilprimo ciliegio fiorito abbastanza seriamente!

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8558.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8559_a.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8571.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8581.jpg

    In lontananza si vede anche la silhouette della Tokyo Sky Tree.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8570.jpg

    Dal Senso-ji torniamo alla stazione di Asakusa e, con un nuovo cambio a Ueno, scendiamo alla stazione di Nippori.
    Da qui un’altra camminata ci porta allo Yanaka Reien, un cimitero abbastanza grande. E’ un posto molto piacevole per passeggiare, con tanti alberi e fiori tra le tombe antiche. Prima di partire, avevo letto i nomi di alcune persone famose che sono sepolte qui, ma naturalmente, data la mia ignoranza della storia giapponese, non mi hanno detto niente…

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8591.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8596.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8601.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8603_bn.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8604.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8610.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8615.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8617.jpg

    Vicino al cimitero ci fermiamo a visitare il Tenno-ji, un altro tempio buddista, costruito nel 1274 per custodire una statua del Buddha scolpita da un famoso monaco.

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8619.jpg

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore-_dsc8623.jpg

    Torniamo all’hotel per recuperare gli zaini e poi ci spostiamo alla stazione di Shinjuku dove, prima di prendere il treno, pranziamo in uno dei tanti locali che ci sono.
    Iniziamo oggi ad usare il nostro JRP. L’utilizzo è molto semplice: in tutte le stazioni, per entrare nella "zona binari" ma anche per uscirne, si passa per un varco davanti agli addetti mostrando il JRP, più facile di così!!!
    Dopodiché si va il binario da cui parte il proprio treno seguendo le indicazioni sui display che sono scritte alternativamente in giapponese e in inglese.
    Una volta arrivati al binario, bisogna posizionarsi all'altezza della carrozza in cui si hanno i posti prenotati.
    Prima di partire, avevo letto che bisogna controllare sul display se il treno da prendere ha 16 oppure 8 carrozze perché la posizione di fermata delle carrozze lungo il binario ovviamente cambia. Stavolta però me ne sono dimenticato e quindi ci piazziamo al posto sbagliato.
    Purtroppo ci accorgiamo dell’errore solo quando arriva il treno e davanti a noi si ferma una carrozza con un numero completamente diverso da quello che ci aspettavamo!
    Ci tocca quindi correre per raggiungere la carrozza giusta perché i treni in Giappone si fermano per pochissimo tempo, ne va della puntualità!
    Ad ogni modo, un po’ affannati e un po’ preoccupati per il piede di Alda, riusciamo a salire prima che il treno parta.
    La nostra destinazione è Matsumoto a due ore e 34 minuti da Tokyo.
    Due ore e 34 minuti è la durata, che si conferma esatta, del treno che prendiamo noi, ma altri treni indicati sull’orario ci mettono un po’ di più ma non so perché.
    L’hotel che abbiamo prenotato a Matsumoto è vicino tanto alla stazione, quanto al punto di partenza del bus che dovremo prendere il giorno successivo.
    Per cenare chiediamo consiglio alla reception.
    Deve essere stato un buon consiglio perché la mia Moleskine mi dice sinteticamente: “buona cena, sushi, tempura e gelato”.
    Purtroppo, dopo quasi quattro anni dal viaggio, e considerata l’età, i miei ricordi sono molto parziali…
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  11. #11
    L'avatar di laross
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore
    Post
    1,553

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    SEMPREinteressante leggere i tuoi racconti....per non parlare delle foto....
    Ci saranno sempre dei sassi sul tuo cammino...dipende da te se farne dei muri o dei ponti. Sorridi alla vita.




  12. #12
    L'avatar di RICAFF
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Esperto Fotografico
    Post
    4,073

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Grazie Laura!
    Scrivendo questo diario mi sto rendendo conto, più di altre volte, che i diari andrebbero scritti " a caldo" finché è passato poco tempo dalla fine del viaggio.
    Perché poi i ricordi un po' si affievoliscono, complice anche l'età che avanza, e un po' vengono "scalzati" da quelli dei viaggi che vengono dopo.
    La soluzione sarebbe, ogni sera, scrivere a lungo della giornata trascorsa. Però la sera spesso si è stanchi e, se le giornate come fortunatamente spesso accade sono intense, rimane anche poco tempo.
    Per fortuna ci sono le foto a fare, almeno un po', da collante tra i ricordi residui
    Detto questo, un'altra considerazione che mi viene da fare è che il motivo del ritardo dei diari è dovuto anche al fatto che, in questi ultimi anni, ho fatto un bel numero di viaggi e questo mi rende molto, molto contento
    Ovviamente spero di farne presto altri!
    Riccardo

    Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati."R.Kapuscinski


    http://ricaff.smugmug.com/



    .
      Donazione FV


    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  13. #13
    L'avatar di laross
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore
    Post
    1,553

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    OT Concordo Riccardo...Tutti speriamo di poter tornare a fare la nostra precedente vita..corredata di bei viaggi itineranti....in effetti tu hai fatto parecchi viaggi e in ogni viaggio scatti tantissime foto....è difficile restare a pari ,sempre....io scarico subito al rientro le foto e gia' in viaggio tengo un diario diciamo di brutta(come si diceva a scuola anni fa) e poi nel tempo che resta libero pian piano sfoltisco le foto,le numero e poi creo i video masterizzati col programma pinnacle unendo foto e video...ma certo ci vuole il suo tempo...è comunque un modo x rivivere il viaggio e far tornare alla memoria ricordi e dettagli ....soprattutto in questo momento anomalo x tutti noi...
    Ci saranno sempre dei sassi sul tuo cammino...dipende da te se farne dei muri o dei ponti. Sorridi alla vita.




  14. #14
    L'avatar di Leia74
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    Utenti Link Autorizzati
    Post
    7,491

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    Siete andati a Yanaka! E' un quartiere rimasto abbastanza popolare, io l'ho visto solo nel 1999 ma quando sono tornata nel 2013 non siamo riusciti a passarci, è in lista per la prossima volte...
    Per quanto riguarda i diari, io di solito in viaggio scrivo la sera su una Moleskine in modo più dettagliato possibile ma a volte la stanchezza prende il sopravvento. Per "fortuna" negli ultimi anni ho fatto solo 2-3 viaggi l'anno nonostante ciò, sono anche io rimasta indietro con la sistemazione delle foto
    Vabbè dai, in questo periodo in cui non si può andare da nessuna parte è un bel modo di rivivere i viaggi fatti e anche di togliersi un bel po' di arretrati!!!
    Foto: http://sabrinastravels.shutterfly.com
    Sab + Balza :) Last: Mongolia 2016, New York + Boston, Bretagna e Normandia, Svezia centrale, Parchi Ovest USA, nord Norvegia. NEXT: boh...



    Visita il mio sito !  Scambio Link Autorizzato da FV. Scambio Link Autorizzato 


  15. #15
    L'avatar di laross
    <b><u>Menù Principale</u></b><b><u>Info Utente</u></b><b><u>Ringraziamenti</u></b><br>.<b><u>Menù Social</u></b><br>.
    Menù Principale

    In Giappone in cerca dei ciliegi in fiore
    Post
    1,553

    Paesi Visitati
    MAPPA

    Predefinito

    infatti Sabrina...è un modo alternativo e piacevole di viaggiare,con viaggi fatti prima ...
    Ci saranno sempre dei sassi sul tuo cammino...dipende da te se farne dei muri o dei ponti. Sorridi alla vita.




Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Privacy

ForumViaggiatori.com
di Claudio Bonà

Seguici su: