Con quasi 300.000 abitanti, Hakodate è la terza città dell'isola di Hokkaido, come grandezza.
E' stata il capoluogo della prefettura di Hokkaido, prima di cedere lo scettro a Sapporo.

Venne fondata nel 1454 e il suo nome, in lingua Ainu, significa "Borgo sul mare".
A metà del XIX secolo, sotto la pressione, anche militare, degli Stati Uniti, il Giappone aprì tre suoi porti al commercio internazionale. Questi tre porti furono, Nagasaki, Yokohama e Hakodate.
Nella città quindi arrivarono gli stranieri che vi costruirono numerosi edifici di rappresentanza. Con gli stranieri arrivò anche il cristianesimo e in questa città possiamo trovare chiese cattoliche e anglicane. Di particolare bellezza è la chiesa ortodossa.

Durante il periodo della "Restaurazione Meiji", molte famiglie sostenitrici dello shogunato, si trasferirono ad Hokkaido dove operarono una scissione dal potere centrale formando la repubblica di Ezo (che era il precedente nome di Hokkaido). Roccaforte dei secessionisti era la celebre fortezza di Goryokaku.
La fortezza, dalla caratteristica forma a stella a 5 punte (esempio molto raro in Giappone), venne progettata dall'architetto Ayasaburo Takeda il quale aveva studiato le opere dell'architettura olandese e francese.
Nel 1868 forze leali all'Imperatore, dopo una furiosa battaglia, conquistarono la fortezza ponendo così fine alla secessione.
Ora della fortezza rimane solo un grande parco circondato da un fossato. L'originaria forma di stella è comunque ancora ben visibile osservando il parco dall'alto della "Goryokaku Tower" inaugurata pochi mesi fa e che permette di avere una notevole visuale sulla fortezza e sulla città .

Nel 1907 Hakodate subì notevolissimi danni a causa di un devastante incendio che distrusse molti edifici importanti tra cui anche la sede del consiglio e varie chiese tutte fedelmente ricostruite successivamente.

La città è sovrastata da un monte '"Hakodateyama" dalla cui sommità è possibile avere una spettacolare vista sulla città ; una delle maggiori attrazioni turistiche è appunto l'osservazione, dopo il tramonto, della città illuminata.
Hakodate, essendo un porto, presenta un interessante mercato del pesce. Ma sono davvero numerose le attrazioni da vedere in città (oltre a quelle già citate, il cimitero degli stranieri, i vecchi consolati russi ed inglese, il porto, ecc.) o nei dintorni (il parco nazionale di Onuma, i conventi dei monaci trappisti, ecc.).

Dal punto di vista storico e culturale, la città di Hakodate è sicuramente più interessante di Sapporo.
La città possiede anche un aeroporto che la collega a molte delle principali città giapponesi e, recentemente, è stato attivato un volo per Seul.

Personalmente l'ho trovata una gran bella città e sicuramente meritevole di una visita di più giorni per le molte cose interessanti da vedere.
Ho trovato una certa rassomiglianza con la città norvegese di Bergen; ambedue sono porti di mare, hanno un monte da cui poter ammirare la città . presentano strade in forte pendenza, i vecchi magazzini del porto hanno una certa somiglianza tra loro.

Diciamo che Hakodate è un posto che merita davvero di essere visto da chiunque abbia tempo durante il suo viaggio in Giappone.