Marsabit è una città nel nord del Kenya, che si trova 170 chilometri a est del centro della East African Rift a 37 ° 58 'E, 2 ° 19' N (37,97 ° E, 2,32 N). Si trova nella provincia orientale ed è quasi circondato dal Parco Nazionale di Marsabit e Riserva.
Nella parte settentrionale del parco vivono i grandi mammiferi del Kenya: leoni, leopardi, ghepardi, rinoceronti, bufali, facoceri, zebre, giraffe, iene e gazzelle. Dal momento che la regione è ricoperta da una fitta foresta, non avrete molte possibilità di avvistare gli animali, a meno che non decidiate di trascorrervi un po' di tempo, magari campeggiando presso Lake Paradise, un lago vulcanico che fa onore al nome che porta. Si tratta di un luogo incantevole per sperimentare la vita in armonia con la natura; inoltre, pochi altri campeggi del Kenya possono vantare simili paesaggi e una tale tranquillità. Marsabit, la cittadina più vicina al parco, è collegata da un servizio di autobus con la città keniota di Isiolo, vicino al monte Kenya.
Questa zona non è semplice da visitare, i suoi confini a nord sono zone calde dove tribù e guerriglieri si mescolano in un intreccio etno-politico dai confini incerti. Alcune aree sono considerate pericolose, ed è consigliabile consultare il sito della Farnesina prima di intraprendere un viaggio in questa zona, ma resta il fatto hce è proprio qui che il Kenya conserva le sue radici più vere, e il fascino del deserto aggiunge quel tocco in più alla vostra vacanza, rendendola davvero esclusiva ed indimenticabile.

Marsabit è una località situata sulla strada che collega Nairobi a Moyale, nella parte settentrionale del Kenya. le strade per arrivare qui non sono delle migliori, anche i fuoristrada vengono messi duramente alla prova, ma d'altra parte siamo ad oltre 600 km di distanza da Nairobi, in una delle regioni più sperdute del Kenya.
Qui le precipitazioni sono meno intense rispetto agli altopiani del sud, ma nella zona di Marsabit c'è spazio anche per belle foreste oltre che ai magnifici paesaggi vulcanici dalle tinte accese che le circondano.La regione di Marsabit è ricca di coni vulcanici, in passato è stata sicuramente un area sottoposta ad una grande azione endogena, considerano le centinaia di crateri vulcani estinti che sono disseminati tutt'intorno. Le ultime eruzioni avvennero circa 100.000 anni fa, ma l'evidenza del vulcanesimo è ancora bene visibile. E' proprio una area particolare, con i coni che si staccano dal piatto paesaggio, fatto di rocce e terreni colorati, e la zona verdissima del Monte Marsabit, che assomiglia ad una gigantesca oasi immersa in un arido ambiente.Marsabit è anche il luogo idale per fare tappa in attesa di esplorare alcune zone ancora più impervie del nord del Kenya. Da qui in fatti si può provare la magnifica attraversata del deserto di Chalbi, ed arrivare fino alle sponde del lago Turkana, che di fatto rappresenta la prosecuzione verso nord della Rift Valley. Il deserto è ricco di colori, sia per le rocce riarse dal sole, che dalla presenza di minerali, risultati dalla evaporaione delle acque che ogni tanto vengono scaricate dalle nuvole temporalesche. Un paesaggio incredibile, impegnativo da attraversare (il nord del Kenya presenta anche il rischio del banditismo) ma da un fascinio primordiale a cui è impossibile resistere.
Fonte La Repubblica e Il turista.info